Decreto Enti Locali, il Movimento 5 Stelle: “ultimo atto di un piano criminoso contro i cittadini”

movimento 5 stelle“In tre anni le tasse locali sono esplose, mentre il livello dei servizi crollava. I partiti non sono incapaci, sono diabolici. Tagliano il pubblico e ci costringono a ricorrere al privato. Questa classe politica e’ il miglior investimento per i gruppi di potere italiani”. Lo denunciano in Aula i deputati M5S, con Luigi Di Maio, durante il voto di fiducia sul decreto Enti locali. “Il Pd e’ stato sempre in maggioranza con gli ultimi tre governi, la Lega governava ovunque al Nord negli anni Duemila e il centrodestra al Sud,centrodestra ora rimpiazzato dallo stesso Partito democratico nelle regioni meridionali. Risultato? In otto anni 40 miliardi di tagli agli enti locali, certificati dalla Corte dei conti, tagli corredati da un pesantissimo aumento di imposte”, aggiunge il M5S Camera. “Con questo decreto – insistono i deputati Cinquestelle – si prosegue sulla scia di quel Salva-Roma tre che fu l’infausto biglietto di presentazione del governo Renzi. Stavolta viene massacrata la sanita’ pubblica per spingere i cittadini a spendere in favore di quella privata. I partiti salvano uno come Azzollini che certamente non ha a cuore il sistema sanitario del Sud, proteggono le lobby del farmaco che infiltrano anche il Parlamento e si tengono stretti i posti lottizzati ai vertici delle aziende sanitarie”. “Ici, Imu, Tasi: le tasse sulla casa continuano a lievitare. Ma nessuno ha mai punito i sindaci che hanno giocato con i derivati, mentre Renzi difende Marino e deride i primi cittadini, come quelli del M5S, che fanno i salti mortali per far quadrare i conti senza alzare le tasse e senza tagliare i servizi”. “La classe politica massacrava gli enti locali? Nel frattempo, dal 2008 ha messo 130 miliardi a disposizione delle banche italiane. Nel 2013 non riusciva a tagliare tutta l’Imu? Nel frattempo, con lo stesso decreto della mini-Imu, regalava 7,5 miliardi alle banche. Il provvedimento che votiamo oggi – chiudono i deputati M5S – e’ l’ultimo atto di un piano criminoso cui metteremo fine quando andremo finalmente a governare il Paese”.