La Costa dei Gelsomini nel reggino tra mare, storia e tradizioni [FOTO]

La zona prende il nome dalla tipica coltivazione della pianta di gelsomino diffusa in tutta la provincia reggina ma in particolar modo qui nella zona della locride

Costa dei Gelsomini (4)La Costa dei Gelsomini è il nome con cui si identifica la zona costiera della provincia di Reggio bagnata dal Mar Ionio. La zona prende il nome dalla tipica coltivazione della pianta di gelsomino diffusa in tutta la provincia reggina ma in particolar modo qui nella zona della locride. I fiori venivano raccolti dalle donne (chiamate gelsominaie) e venduti a peso ed esportati in Francia per preparare profumi. La zona costiera è sovrastata da colline di conformazione diverse: la parte montuosa è ricoperta da boschi, scendendo verso la pianura la coltivazione prevalente sono gli uliveti, vigneti ed il tipico bergamotto. E’ opportuno  ricordare alcuni siti di interesse archeologico e storico presenti nel territorio: risalgono all’epoca magnogreca gli scavi di Locri e di Kaulon, all’epoca romana la villa Romana di Casignana, mentre all’epoca bizantina risalgono la Cattedrale di Gerace, la Cattolica di Stilo ed il Monastero di Santa Barbara di Mammola. Da molti storici e critici d’arte il Parco Museo Santa Barbara è considerato uno dei più importati Musei di Arte Moderna a livello internazionale.

Mentre i centri balneari più importanti sono Siderno, Marina di Gioiosa Ionica, Roccella Ionica, Caulonia, Locri, Bovalino, Ardore, Bianco e Brancaleone.

Tra le manifestazioni di maggiore richiamo ricordiamo:

Il Palio di Ribusa di Stilo, si svolge la prima domenica di agosto di ogni anno, attirando numerosi visitatori e rappresenta la rievocazione storica della consegna della bandiera al Mastrogiurato della città da parte del delegato del Regno.

Il Roccella Jazz si svolge ogni anno dopo il 15 agosto, presso il caratteristico Anfiteatro che si trova ai piedi del Castello, è considerato uno dei più antichi e rinomati festival internazionali, che attira ogni anno migliaia di spettatori.

Il Tarantella Festival si svolge ogni anno, a fine agosto nell’antico borgo di Caulonia, animata da numerosi suonatori calabresi, che ballano e suonano la caratteristica Tarantella Calabrese, coinvolgendo il pubblico presente con numerosi artisti  nazionali ed internazioni.

La Sagra dello Stocco, si svolge ogni anno il 9 agosto, nelle piazzette del borgo antico di Mammola, con assaggi del rinomato Stocco cucinato in vari modi. La Sagra richiama migliaia di turisti, tanto da essere inserita per la sua tipicità, tra le più importanti manifestazioni di gastronomia dell’Italia.