Ciminà (Rc), l’enogastronomia d’eccellenza con il Parco Nazionale d’Aspromonte

Ciminà, enogastronomia, arte e territorio nel più ampio progetto dell’Ente Parco, “Aspromonte, la montagna sullo Stretto. Storie di bergamotto e oltre”

locandinaUna nuova tappa all’insegna della valorizzazione dei prodotti d’eccellenza della montagna, martedì 18 agosto a Ciminà (RC), nel centro storico, a partire dalle 20, per la manifestazione promossa dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e organizzata da Slow Food Condotta Locride. Enogastronomia, arte e territorio nel più ampio progetto dell’Ente Parco, “Aspromonte, la montagna sullo Stretto. Storie di bergamotto e oltre”, quale declinazione delle iniziative promosse dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare all’interno di “Expo e territori. Dalla tutela della biodiversità le produzioni di qualità dei cibi italiani”. A Ciminà, nell’ambito della tradizionale Sagra del Caciocavallo, con il patrocinio dell’amministrazione comunale e la collaborazione della Pro Loco, grazie ad appositi laboratori del gusto, si potrà imparare a riconoscere il gusto ecologico dei prodotti agroalimentari dell’Aspromonte mediante appositi banchi di assaggio. Le degustazioni vedranno protagonisti i prodotti del medio jonio Aspromontano: in testa il caciocavallo di Ciminà e i prodotti del Paniere del Parco Nazionale d’Aspromonte come il “buccularu”, i salumi tipici aspromontani (capocollo, pancetta, salsiccia, soppressata), formaggi caprini e misti, pane di Ciminà, biscotti di pane, olive in salamoia e schiacciate in abbinamento ai vini di eccellenza della Provincia di Reggio Calabria.