Catanzaro: arrestati esponenti di spicco delle cosche Gallelli e Procopio-Mongiardo

Gli indagati, esponenti delle cosche Gallelli e Procopio-Mongiardo, nel corso di 20 anni, si sono avvicendati nella riscossione di ingenti somme di denaro a titolo estorsivo

arresti-manetteLa Polizia di Stato ha tratto in arresto 8 persone considerate esponenti di primo piano delle cosche Gallelli e Procopio-Mongiardo attive nel versante ionico del catanzarese. Le indagini coordinate dalla procura distrettuale antimafia di Catanzaro hanno permesso di accertare che gli indagati, nel corso di 20 anni, si sono avvicendati nella riscossione di ingenti somme di denaro a titolo estorsivo a carico di un imprenditore impegnato in diversi lavori pubblici nonché proprietario di un rinomato villaggio turistico.

Parallelamente, il G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Catanzaro ha dato esecuzione ad un sequestro preventivo d’urgenza, disposto dalla stessa A.G., di immobili e quote societarie per un valore di un milione e mezzo di euro contestando a carico di alcuni degli indagati il reato di intestazione fittizia di beni.

I dettagli della operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa prevista per le ore 11.00 odierne presso la questura di Catanzaro cui parteciperanno i magistrati inquirenti e gli investigatori.