Calcio scommesse, il Messina resta in serie D: la decisione “chirurgica” del Tribunale FIGC per evitare la riammissione

Ecco cos’è successo in sede di sentenze da parte del tribunale federale e perchè il Messina rimarrà in serie D: clamorosi verdetti sul calcio scommesse

messina reggina 0-1 30 maggio (5)Il Messina era già certo di partecipare al prossimo girone C di Lega Pro, un girone in cui Foggia e Matera sono le “big” destinate a fare la voce grossa (come già accaduto lo scorso anno a Salernitana e Benevento) per giocarsi la promozione in serie B, mentre più giù ci sarà molto equilibrio con un Catania che partirà da -12 e con tanti altri club pesantemente penalizzati in classifica. Chi non doveva esserci nella prossima Lega Pro, erano i calabresi della Vigor Lamezia: il procuratore federale Stefano Palazzi al termine della sua requisitoria dinanzi al Tribunale Federale Nazionale riunito a Roma per il dibattimento relativo all’inchiesta denominata ‘Dirty soccer’, aveva chiesto l’esclusione dallo scorso campionato e la penalizzazione di -10 punti nella prossima serie D per i biancoverdi. Per il Barletta, invece, aveva richiesto la retrocessione all’ultimo posto in classifica nel campionato 2014/15 e 10 punti di penalizzazione da scontarsi nella prossima stagione 2015/16.

VIgor Lamezia - Messina 2 (9)Intanto il Barletta non si era iscritto al campionato e ripartirà dall’Eccellenza, ma il suo scivolamento nell’ultimo posto della classifica dello scorso anno avrebbe consentito alle ultime due squadre della classifica retrocesse in D e meglio posizionate, di riconquistare la Lega Pro. In caso di conferme di quelle richieste, cosa che sembrava scontata, non solo il Messina ma anche l’Aversa Normanna sarebbero state riammesse in Lega Pro. Oggi, invece, il Tribunale Federale Nazionale della Figc ha graziato sia la Vigor che il Barletta. Per il Barletta, in realtà, non cambia niente: avrà semplicemente 2 punti di penalizzazione nella prossima Eccellenza pugliese, ma non perderà la posizione di classifica dello scorso campionato. Una questione di storia e d’immagine, nulla più. La Vigor Lamezia, invece, rimane in Lega Pro e inizierà il prossimo campionato con 5 punti di penalizzazione. Niente riammissione, quindi, ne’ per il Messina ne’ per l’Aversa Normanna, che rimarranno in serie D.

messina reggina 0-1 30 maggio (40)

Una decisione “chirurgica” da parte del Tribunale della FIGC, soprattutto per quanto riguarda il Messina: considerando che al Barletta non cambiava nulla la retrocessione o meno nell’ultimo posto dello scorso campionato (i pugliesi avrebbero comunque disputato la prossima Eccellenza), con questa decisione si è proprio voluto evitare che il Messina partecipasse alla prossima Lega Pro. O meglio, questo è l’unico risultato concreto. Perchè il Messina, meglio posizionato dell’Aversa Normanna in classifica, sarebbe stato il primo club ad avere diritto alla riammissione.

Nel prossimo girone C della Lega Pro, adesso, rimangono i tre club calabresi (Cosenza, Catanzaro e Vigor Lamezia) mentre per la Sicilia ci sarà soltanto l’Akragas Agrigento.

Il Messina, invece, ritroverà la Reggina oltre a Siracusa, Marsala, Vibonese, Rende e numerosi altri club minori di Calabria e Sicilia.