Calabria: dopo la denuncia dell’Usb è stata sbloccata la situazione della Rsu

Calabria, sono stati eletti: per la lista Uil Fpl (Walter Bloise ed Emilio Curatola), per la lista USB P.I. (Antonio Belmonte e Michele Rigoli), per la lista Cgil (Vincenzo Bartoletta), per il Csa (Maria Filice) e per la lista Ugl (Lorenzo Barillà)

usb“Dopo mesi di stallo a cercare di superare i boicottaggi attuati da alcune sigle sindacali -scrive il sindacato Usb- finalmente la RSU ha eletto i suoi organi esecutivi (Delegazione Trattante e Coordinatore RSU) e diventa finalmente operativa. A deciderlo è stata la stessa RSU che, superando l’ennesima assenza della Cisl, con la sua maggioranza qualificata si è riunita nella giornata di lunedì 3 agosto”. Come annunciato da USB “in un recente comunicato e dichiarato in Assemblea dalla stessa RSU, l’Esecutivo deve tornare ad avere un compito, appunto, “esecutivo” di decisioni prese collegialmente nell’Assemblea RSU, alla quale vorremmo fosse restituito il ruolo decisionale che le spetta, quale organo direttamente eletto dalle lavoratrici e lavoratori e quindi maggiormente rappresentativo di tutti. Il Coordinatore della RSU, invece, dovrà avere solo e soltanto – nel segno di discontinuità rispetto a quanto avvenuto in passato – il ruolo di “coordinare” i lavori della RSU tutta e non potere decisorio. Questo uno dei motivi per il quale abbiamo voluto sostenere la proposta della “rotazione semestrale”. Nella Delegazione Trattante sono stati eletti all’unanimità i seguenti rappresentanti: per la lista Uil Fpl (Walter Bloise ed Emilio Curatola), per la lista USB P.I. (Antonio Belmonte e Michele Rigoli), per la lista Cgil (Vincenzo Bartoletta), per il Csa (Maria Filice) e per la lista Ugl (Lorenzo Barillà). Nel dibattito a più voci, i rappresentanti sindacali hanno proceduto all’unanimità all’elezione del Coordinatore della Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) che è Antonio Belmonte (lista USB P.I.) in durata per il primo semestre che presta servizio presso la Protezione Civile della Regione Calabria nella provincia di Cosenza. “Dall’incontro - afferma Usb- è emersa la volontà da parte di tutti i componenti della RSU di avviare un percorso nuovo basato sulla collaborazione di tutti, con trasparenza, serietà e impegno, per affrontare in maniera concreta le tematiche e i problemi che interessano i lavoratori, favorendo quanto più possibile la partecipazione e il coinvolgimento degli stessi nelle scelte che si andranno a prendere. La Delegazione Trattante lavorerà, di concerto con tutti gli eletti RSU, con volontà collaborativa verso l’Istituzione Regionale e nell’interesse primario dei lavoratori pronta ad accogliere, anzi sollecitando, tutti i contributi che possono venire dagli stessi lavoratori. A questo proposito la RSU -prosegue-  unitamente alla Delegazione Trattante, si è impegnata a sollecitare una nuova convocazione mediante richiesta formale, da tenersi quanto prima, al fine di esaminare i problemi del personale, la situazione contrattuale e il futuro di quanti prestano servizio nelle varie articolazioni dell’Ente per conseguire quei risultati che i lavoratori si attendono”. “Questo risultato, commenta Gianluca Tedesco – Coordinatore Regionale USB P.I. Calabria Enti Locali – è a disposizione dei lavoratori per la tutela dei loro diritti e per un recupero in termini di dignità e di valorizzazione delle loro professionalità. In via prioritaria e pregiudiziale – aggiunge Gianluca Tedesco – invito i componenti delle OO.SS. che non si sono resi disponibili, ad un supplemento di “responsabilità” e a volere accantonare egoismi di sigla e protagonismi personali che non sono mancati durante questi mesi in alcune fasi con l’auspicio di ricostruire presto l’unità reale della RSU superando lo stato di conflitto”.