Buttafuoco fa ridere Messina: la Sicilia Buttanissima è un ritratto agrodolce

I malanni dell’autonomia sviscerati al Giardino Corallo ieri sera dalla straordinaria interpretazione di Salvatore Piparo. L’attore, affiancato da Licata e Salerno, ha offerto un quadro farsesco di un’isola martoriata

buttanissima sicilia messinaUn successo di pubblico: soltanto così si può definire la Buttanissima Sicilia di Pietrangelo Buttafuoco, inscenata ieri da Salvatore Piparo al Giardino Corallo di Messina. Dalla straordinaria abilità degli interpreti – Piparo, per l’appunto, Costanza Licata e Irene Maria Salerno – è venuto fuori un affresco mesto dei problemi dell’isola, primo fra tutti l’autonomia, inneggiata ed inseguita come una chimera, causa di sfaceli e di “manciugghie“. Non sono mancati, in conclusione, i ringraziamenti degli attori, non soltanto agli autori, ma anche a chi ha reso possibile la manifestazione in riva allo Stretto: la consigliera comunale Nina Lo Presti.