Barcellona PG, affidamenti diretti da parte del Comune: Collica e Materia incrociano le sciabole

Il sindaco risponde piccato alle critiche del suo predecessore. E se Collica denuncia i vecchi “attacchi velenosi”, Materia reagisce notando i toni strumentali di certe obiezioni

comune barcellona pgL’opposizione dura e incalzante di Maria Teresa Collica alla Giunta presieduta da Roberto Materia si arricchisce di un nuovo episodio. L’ex sindaco, infatti, ha criticato il suo successore per aver consentito, in questi primi mesi di attività, 20 affidamenti diretti, con buona pace delle promesse fatte agli elettori prima della tornata amministrativa. Un atto di ipocrisia che svelerebbe, ex post, la natura di certi “attacchi velenosi” contro la precedente gestione del Comune. Una critica, quella della Collica, che Materia ha rispedito al mittente, evidenziando come l’affidamento diretto sia cosa ben diversa dalla somma urgenza: nel primo caso il Governo cittadino sceglie un’azienda; nel secondo si limita ad organizzare un sorteggio fra dieci imprese. Un particolare che sarebbe sfuggito all’attenzione dell’ex primo cittadino e che rivelerebbe, secondo Materia, la natura – quella sì strumentale – delle critiche rivolte al suo operato. Non è il primo attacco che il sindaco conduce contro l’atteggiamento tenuto dalle opposizioni. “Oggi, le stesse persone che hanno governato, riscoprono una Città allo sbando, sporca e incapace di dare risposte adeguate alle esigenze” affermava una settimana fa evidenziando l’etica a doppio binario di certi amministratori a targhe alterne.