Allarme frane in Italia, ogni anno oltre un migliaio

L’Italia è uno dei Paesi europei maggiormente interessati da fenomeni franosi: ogni anno oltre un migliaio di frane colpiscono il territorio nazionale e solo negli ultimi 6 anni gravi eventi di frana hanno causato vittime e ingenti danni a centri abitati e a infrastrutture di comunicazione

franeUn territorio fragile, l’Italia, in cui il dissesto idrogeologico rappresenta una minaccia concreta e quotidiana. Il nostro, infatti, è uno dei Paesi europei maggiormente interessati da fenomeni franosi: ogni anno oltre un migliaio di frane colpiscono il territorio nazionale e solo negli ultimi 6 anni gravi eventi di frana hanno causato vittime e ingenti danni a centri abitati e a infrastrutture di comunicazione. Nel 2014 sono stati 211 gli “eventi franosi principali” che hanno causato 14 vittime (per “eventi franosi principali” si intendono quelli che hanno causato vittime, feriti, evacuati e danni a edifici, beni culturali e infrastrutture lineari di comunicazione primarie). Lo rileva l’Ispra che, in collaborazione con le Regioni e Province Autonome d’Italia realizza l’Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia e ha censito ad oggi 499.511 frane che interessano un’area di 21.182 kmq, pari al 7% del territorio nazionale. La popolazione esposta a fenomeni franosi in Italia ammonta a 1.001.174 abitanti e nella triste classifica regionale delle persone esposte a questi fenomeni, svetta la Calabria con 159.611 persone esposte a frane, seguita da Marche (104.300) e Sicilia (95.931). Ad essere a rischio sono anche le infrastrutture lineari di comunicazione: l’Ispra ha stimato 6.180 punti di criticità per fenomeni franosi lungo la rete stradale principale (autostrade, superstrade, strade statali, tangenziali e raccordi), di cui 720 lungo la rete autostradale. 1.862 punti di criticità per frana sono stati individuati lungo i 16.000 km di rete ferroviaria. In tali punti i tracciati stradale e ferroviario potrebbero essere interessati dalla riattivazione di frane già censite e cartografate nell’Inventario. Negli ultimi 50 anni (dal 1964 al 2013) le frane e le inondazioni hanno causato complessivamente 2007 morti, 87 dispersi ed almeno 2578 feriti.