Trapani: scoperti 18 casi di lavoro nero, sospese 4 attività

Scoperti ben 18 casi di lavoro nero nel corso di controlli condotti nel capoluogo e in provincia a Mazara del Vallo, San Vito Lo Capo, Petrosino e Marsala

CarabinieriScoperti dai carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro e del Comando provinciale di Trapani, 18 casi di lavoro nero nel corso di controlli condotti assieme agli ispettori civili nelle ultime due settimane. Le verifiche si sono svolte nel capoluogo e in provincia a Mazara del Vallo, San Vito Lo Capo, Petrosino e Marsala, e hanno riguardato nel compesso 10 aziende e 48 posizioni lavorative. Oltre ai 18 addetti completamente in nero, sono stati individuati altri 11 irregolari, ossia con contratti diversi da quelli nazionali di settore, sono state contestate sanzioni amministrative ed ammende per complessivi 87.335 euro e sono state sospese quattro attivita’ che impiegavano piu’ del 30% di manodopera in nero. Sono un’azienda di prodotti ittici di Mazara del Vallo, una ditta di impiantistica, sempre a Mazara del Vallo, e due ristoranti diSan Vito Lo Capo. Ciascun titolare dovra’ pagare un’ammeda di 1.950 euro, piu’ 4.000 euro per ogni singolo lavoratore in nero.