Sicilia, emergenza conti in rosso: la Corte dei Conti denuncia una situazione insostenibile

Le misure di rigore vengono apprezzate a metà: “sono insufficienti”

ars palermoE’ un canto del cigno: la Regione Siciliana sta progressivamente deteriorando la situazione del proprio erario, a dispetto di alcune misure ispirate a politiche d’austerità. Lo afferma la Corte dei Conti nella relazione sul rendiconto 2014 dell’isola, evidenziando come si stia procedendo verso una insostenibilità evidente. Gli eventuali passi avanti, sulla scorta di alcuni correttivi, appaiono comunque insufficienti. Un dato, su tutti, palesa le criticità finanziarie: quello delle spese sanitarie, che con 9 miliardi e 508 milioni di euro impegnano il 54% dell’intera spesa.