Sicilia, Crocetta contro il Pd: seguendo i loro consigli sarei durato sei mesi

Duro attacco del governatore al partito di maggioranza relativa

crocetta_123Se stavo a dar retta al Pd, la Giunta durava sei mesi e veniva travolta dagli scandali giudiziari“. Il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, ha utilizzato la tribuna del quotidiano piemontese La Stampa per attaccare il Partito Democratico. Rivelando alcuni retroscena sulla formazione del governo isolano, Crocetta ha raccontato al cronista la volontà dell’establishment romano di affidare un assessorato a Mirello Crisafulli. “Guardate ora i suoi guai. E Franco Rinaldi, il cognato di Francantonio Genovese“. Crocetta vede il livore negli occhi dei suoi ex compagni di partito per i tagli che avrebbe fatto alla formazione e difende contestualmente l’operato del suo Governo:  ”Mi odiano  perché ho fatto tre miliardi di risparmi per un buco di bilancio che ho ereditato. Perché avevamo ventimila forestali a cui non si potevano pagare più gli stipendi, e io ho tagliato quattrocento milioni di sprechi. E così mi odia questo sistema di potere trasversale“.  E sulle indagini relative a Tutino il presidente si sbottona: “Che devo fare la prossima volta, farmi scegliere il medico curante dal Csm?“.