Sicilia: 30enne seviziato da 5 compagni di cella

La vittima ha taciuto per paura di ritorsioni verso i suoi familiari. Il detenuto è stato seviziato nel carcere di Enna per oltre un mese

carcereTorturato per oltre un mese con l’acqua bollente della pasta, che gli gettavano sui piedi; e sulle ustioni spalmavano detersivi, sale, aceto. E’ accaduto a un trentenne, in carcere a Enna per il furto di un motorino, seviziato dai cinque compagni di cella. La vittima ha taciuto per paura di ritorsioni verso i suoi familiari. I cinque gli impedivano di uscire dalla cella nel timore che altri notassero le ferite. La procura ha aperto un’inchiesta.