Scandalo rimborsi Calabria: “difendere la credibilità del Consiglio”

Palazzo-Campanella-Regione-CalabriaAlla luce della tempesta che si e’ abbattuta sulla gestione della Regione Calabria nella legislatura 2010-2014, l’Idm ritiene estremamente importante affrontare questo momento di crisi con misura, senza strumentalizzazioni, senza censure sommarie, ma con l’intento di difendere nei fatti la credibilita’ del nostro massimo Ente amministrativo e politico“. Lo afferma, in una nota, Nicodemo Filippelli, segretario regionale del movimento l’Italia del Meridione. “Ci auguriamo – prosegue – che il presidente Oliverio, cui e’ affidato tale compito, riaffermi la volonta’ di mettersi al servizio di una nuova Calabria, insieme a quanti, con lui, hanno disegnato le linee di un progetto di valorizzazione e di crescita per i nostri territori. Le recenti vicende giudiziarie, pur se dolorose e drammatiche, non minano le competenze, gli entusiasmi, le potenzialita’ presenti in Consiglio, ne’ puo’ il fallimento della gestione Scopelliti essere addebitato a chi Scopelliti non lo ha mai voluto o votato. L’Idm condivide la volonta’ del presidente Oliverio di chiudere una pagina della storia politica calabrese, noi tutti la condividiamo gia’ da quando il nostro movimento ha deciso di sostenere la sua candidatura. In quel momento, per noi, si e’ aperta la nuova pagina verso il cambiamento e finalmente verso lo sviluppo. E’ pur vero che gli obiettivi che ci siamo prefissati passano attraverso la discontinuita’ con il passato e noi siamo i primi a chiederla, perche’ l’abbiamo promessa ai nostri sostenitori, ma soprattutto perche’ siamo tra i pochi ad avere i titoli per farlo. Cio’ che per noi rimane una realta’ significante e’ l’impegno continuo del nostro rappresentante in Consiglio, Orlandino Greco, che con competenza ed entusiasmo e’ gia’ da mesi al servizio di quella Calabria che insieme ad Oliverio abbiamo sognato“. “La proposta di legge per la riduzione dei costi della politica regionale, presentata in periodi non sospetti – conclude Filippelli – e’ la plastica dimostrazione che l’Idm c’e', e che la discontinuita’ non basta volerla, occorre soprattutto viverla nelle intenzioni e nei comportamenti“.