“Salviamo la Reggina”: dato mandato alla banca di restituire i soldi versati dai tifosi

Reggina, via alle operazioni per restituire tutte le somme versate nel disperato tentativo di salvare il club in Lega Pro. Si lavora per ripartire dalla serie D

logoregginaIl progetto era ambizioso e la Città e la sua provincia hanno risposto alla grande. E quando scriviamo “Città e provincia” non ci riferiamo solo ai residenti ma a tutti quei reggini che hanno Reggio e la Reggina nel cuore indipendentemente dal luogo fisico di residenza“. Lo affermano, in una nota, i fondatori dell’ATS che aveva lo scopo di salvare la Reggina Calcio.
Nel leggere le tantissime email e nel veder arrivare i bonifici uno dopo l’altro, abbiamo avuto dimostrazione – caso mai ce ne fosse bisogno – di come sia immutata la passione verso i colori amaranto nonostante le gravi difficoltà attraversate e che speriamo siano presto dimenticate voltando pagina dello straordinario libro della Reggina dal 1914 ad oggi. La determinazione del Consiglio Federale di giovedì 23 scorso ha reso impraticabile il “Progetto Lega Pro”. Pertanto, con la massima chiarezza, più volte ribadita ed inserita nello statuto dell’Associazione Temporanea di Scopo “Salviamo la Reggina”, nel ringraziare i tantissimi tifosi che hanno dato il loro contributo, confermiamo che abbiamo dato mandato alla banca di riferimento dell’A.T.S. di restituire le somme ricevute nei tempi tecnici che regolano tale operazione”. 

reggina logo antico“Le energie, comunque, non saranno disperse; l’impegno resta ed il patto stretto con Reggio non verrà meno così come testimonia la nascita dell’ASD “A.S. Reggina” e la sua affiliazione alla L.N.D.-F.I.G.C. avvenuta ufficialmente nel pomeriggio di lunedì in Catanzaro al cospetto del Presidente regionale Saverio Mirarchi. Siamo convinti che le forze sane che vogliono far risorgere il calcio a Reggio, mettendo al primo punto l’aspetto sociale e sportivo e non il becero business, saranno sempre ben accolte da chi, oggi, ha intrapreso questa strada irta e tortuosa ma ricca dei valori che ci hanno sempre contraddistinti. Ai tifosi, reale forza custode della Reggina, però non viene chiusa alcuna porta: alla luce delle tantissime richieste ricevute dalla maggior parte dei sottoscrittori circa il mantenimento da parte nostra del loro contributo, faremo in modo – nel più breve tempo possibile – di trovare lo strumento più adatto al fine di agevolare la loro partecipazione attiva nel nostro progetto sin qui condiviso e che proseguirà instancabilmente. Insieme, tutti, orientati in quella che sarà una Storia nuova ma antica il cui nome è A.S. Reggina“.