S.Eufemia (Rc), il sindaco preannuncia un finanziamento della Provincia nell’area del Ponte

Creazzo: “lo scorso 22 giugno l’Amministrazione provinciale pubblicava un decreto per il finanziamento di 600 mila euro da investire in interventi di sistemazione idraulica lungo il torrente Crasta”

Ponte Sant'Eufemia - AspromonteMentre rimangono accesi i riflettori sulla vicenda dello storico ponte di Sant’Eufemia e in attesa di concertare con le istituzioni le azioni atte a salvaguardare la pubblica sicurezza in quell’area, il sindaco Domenico Creazzo dà una buona notizia che interessa proprio il territorio in cui sorge l’infrastruttura. “Lo scorso 22 giugno l’Amministrazione provinciale pubblicava un decreto per il finanziamento di 600.000 euro da investire in interventi di sistemazione idraulica lungo il torrente Crasta. Sembra quasi una coincidenza ma non lo è”. Difatti, come in più occasioni rimarcato, la questione del dissesto idrogeologico insistente in quella zona era stata più volte segnalata a tutti i livelli istituzionali, poiché, ancor prima che la difesa del ponte, occorreva tutelare l’incolumità di quella parte di centro abitato. Ma l’attenzione dell’attuale primo cittadino verso quella vasta area del paese sembra essere nata già nel corso della campagna elettorale del 2012 che lo condusse poi alla guida del comune. “Ringrazio il Presidente Raffa per l’interessamento e soprattutto per la costanza negli impegni presi. L’investimento altro non è che il frutto di una di quelle promesse fatte in campagna elettorale e prontamente mantenute se alla base dell’interlocuzione tra amministratori c’è il rispetto reciproco e come solo interesse il bene comune”.  L’intervento rientra nell’Accordo di programma finalizzato alla programmazione e al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico da effettuarsi nel territorio calabrese. “E’ chiaro che questo provvedimento costituisce un importante tassello nelle vicende di questi giorni, ma manterremo alta l’attenzione poiché attendiamo ancora delle risposte e la convocazione di un tavolo tecnico per programmare le azioni future anche alla luce di questa buona nuova”.