Regione Calabria: riunito l’Osservatorio regionale per l’attuazione della Legge Delrio

Riunione, nel pomeriggio, dell’Osservatorio regionale per l’attuazione della Legge Delrio, la prima dopo l’approvazione della Legge 22 Giugno 2015 n° 14

consiglio_regione_calabria-Riunione, nel pomeriggio, dell’Osservatorio regionale per l’attuazione della Legge Delrio, la prima dopo l’approvazione della Legge 22 Giugno 2015 n° 14. Presieduto dal presidente della Regione Mario Oliverio, con il vicepresidente Antonio Viscomi, presenti  il segretario generale Apicella, il  capo di Gabinetto Pignanelli,  i dirigenti regionali  De Cello, Bulotta, Longo, l’incontro ha contato la partecipazione dei presidenti regionali  dell’ Upi e dell’ Anci Bruno e Vallone, dei rappresentanti delle Province nonché delle organizzazioni sindacali. Il presidente Oliverio- informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta Regionale- , nel corso della riunione,  ha sottolineato la funzione essenziale dell’Osservatorio al fine di governare la difficile fase di transizione in atto, anche nella prospettiva del riordino generale del sistema delle autonomie locali ed ha ancora rimarcato  la necessità di un percorso partecipato e condiviso con le forze sociali e istituzionali per disegnare la Calabria del futuro. Anche in questa ultima prospettiva, il presidente della Regione ha voluto  ricordare l’importanza dell’assemblea di sindaci convocata per Lunedì 13 luglio, a Lamezia. Ad esito della riunione, è stato deciso di aggiornare i lavori al prossimo Martedì 14 luglio, con un incontro tecnico tra dirigenti della Regione e delle Province per stabilire linee guida omogenee in grado di assicurare il tempestivo trasferimento del personale interessato. Particolare attenzione, nel corso della riunione,  ha ricevuto la situazione relativa alla Provincia di Vibo Valentia, rispetto alla quale  il presidente Oliverio  ha informato dell’interlocuzione con il sottosegretario alla Presidenza  del Consiglio De Vincenti ed ha ribadito l’impegno straordinario della Regione per un intervento di urgente sollievo nei confronti dei dipendenti, chiedendo a tal fine anche la massima solidarietà e condivisione da parte delle altre Province.