Reggio: viabilità, cimiteri e illuminazione, il punto della situazione a 9 mesi dalla vittoria del centro-sinistra

La condizione della Rete Viaria, dei cimiteri e dell’illuminazione a 9 mesi dalla vittoria del centro-sinistra alle elezioni comunali

Palazzo_San_Giorgio_-_Reggio_Calabria_-_Facciata_dal_lato_sinistro“Il cittadino deve sapere controllare l’operato  di chi lo amministra, perché solo con la trasparenza si realizza un nuovo rapporto tra la politica e la gente”.  Lo afferma Rocco Albanese, il consigliere delegato alla manutenzione stradale, ai servizi del sottosuolo, ai cimiteri e all’illuminazione pubblica, il quale, di concerto con il sindaco Giuseppe  Falcomatà, ha deciso di far conoscere alla collettività l’attività di questi settori sia per quanto riguarda gli interventi sia, e soprattutto, le risorse utilizzate.

RETE VIARIA

L’analisi di Albanese parte dalla manutenzione stradale del  territorio diviso in tre zone: Centro, Nord e Sud.  Per le singole zone, il Comune ha  impegnato la spesa di 112 mila euro (336 mila euro, al netto del ribasso ottenuto dopo le relative gare d’appalto). Gli  interventi programmati, dopo le gare d’appalto, lo scorso febbraio sono  stati consegnati  alle imprese aggiudicatarie  che li hanno ultimati la scorsa settimana. La manutenzione in questione, in prevalenza, ha riguardato l’eliminazione delle situazioni di pericolo della pubblica  e privata incolumità: ripristino delle buche presenti sulla rete stradale dell’intero  territorio comunale;  la sostituzione e la nuova posa in opera di caditoie  per la canalizzazione delle  acque meteoriche ( in prevalenza oggetto di furto: a Pellaro come a Catona per un totale di oltre cento caditoie); posa in opera di tratti di barriere di protezione: Gallina, Ortì, Pantanello, Paterriti, San Giovanni di Pellaro, Macellari, Sambatello, Diminniti, Rosalì); ripristino solette dei pozzetti della rete fognaria: via Rimembranze  di Pellaro, Catona e Gallico, via Vpalazzo san giorgioittorio Veneto e via Emilio Cuzzocrea ed altre zone; rimozione  del materiale di risulta trascinato dalle piogge  in prossimità della sede stradale: Gallina, Armo Superiore, Rosario Valanidi, Straorino,  Cerasi, Ortì; rifacimento dei muri  di protezione del tracciato stradale, in prevalenza nella zona Nord del territorio comunale. “Un intervento che merita di essere menzionato  - sostiene sempre Albanese -riguarda il sottosuolo di viale Boccioni  per eliminazione delle gallerie  realizzate dai ratti.” Non sono mancati gli interventi di rifacimento dei cordoli stradali, sottocordoli e marciapiede in particolare nel centro storico, dove solo  rispetto  alle banchine pedonali sono stati eseguiti più di trenta interventi. Interi tratti dell’asse viario urbano, ridotti in pessime condizioni, soprattutto nell’ultimo mese, sono stati sottoposti a lavori di bitumazione integrale: via Reggio Campi ( da piazza San Marco fino al plesso scolastico “G. Pascoli”): dal torrente Oliveto, a tratti, fino a Paterriti;  l’intero centro abitato di Santa Venere, località dove il sindaco,  nel corso della presentazione della Giunta, aveva assunto precisi impegni con i cittadini. “Si  tratta solo  di  alcuni dei tanti interventi – rileva Rocco Albanese – già eseguiti, ma ancora c’è molto da fare per restituire normalità alle reti di competenza dell’Amministrazione di Palazzo san Giorgio.  A giorni, come deciso con il Sindaco,  consegneremo i lavori di manutenzione ordinaria  per una spesa di 102 mila euro per ognuna delle tre zone.  E’ già stata esperita una gara per la sostituzione e il ripristino di  condutture  per la raccolta e lo smaltimento delle acque meteoriche  delle infrastrutture stradali (72 mila euro). Ma non ci siamo fermati a questo, perché subito dopo l’approvazione del bilancio preventivo, e del piano triennale delle opere pubbliche,  avvieremo un terza fase di lavori riconducibili alla manutenzione straordinaria, solo per il territorio di Reggio centro sono già disponibili 800 mila euro. Abbiamo già individuato le priorità e il Sindaco ha già disposto una priorità che riguarda  il rifacimento  del manto stradale  di  Corso Vittorio Emanuele (dalla Villa Comunale a Largo Colombo). Ma sul piano triennale, che approveremo in allegato al prossimo bilancio, c’è già una disponibilità di quasi quattro milioni di euro per la messa in sicurezza e per riammodernare la rete viaria del territorio cittadino. Mi preme rilevare che qualsiasi intervento di manutenzione è preceduto da apposito ordine di servizio a cura dei responsabili del procedimento”.  

CIMITERI palazzo_san_giorgio

“Non meno facile la situazione – sostiene Albanese – dei 25 cimiteri presenti sul territorio comunale. Per ognuno di essi  esiste già un piano d’intervento  per eliminare le principali criticità dovute alla fine del rapporto con la partecipata “Multiservizi”. Già dalla prossima settimana, con un contratto a progetto finanziato dalla Regione, nei cimiteri cittadini torneranno al lavoro i 45 addetti che per anni ne hanno garantito il regolare funzionamento.  C’è già un piano definitivo che riguarda i cimiteri di Gallico (350 mila euro: lottizzazione, pavimentazione e ampliamento); Condera (un milione   di euro per  la costruzione di loculi, l’ampliamento,  la riqualificazione delle aree esterne e la pavimentazione); Archi (550 mila euro: costruzione loculi e opere di urbanizzazione); Gallina (600 mila euro: loculi e urbanizzazione). Da ultimo abbiamo eliminato l’annoso  problema (ben dieci anni di attesa) dell’ampliamento del cimitero di Mosorrofa. Nel mese di settembre saranno avviati di lavori il cui importo è di 120 mila euro. Inoltre, sono stati consegnati gli interventi di manutenzione ( 250 mila euro)  dei cimiteri di Condera, Modena, Gallina, Pellaro, Cataforio e Mosorrofa e predisposto l’appalto  dell’illuminazione votiva in tutte le 25 strutture cimiteriali. Il fatto innovativo riguarda anche la trasparenza. In questo contesto, infatti,  abbiamo già avviato un avviso pubblico per l’istituzione di un elenco delle imprese autorizzate ad eseguire opere e forniture di servizi  all’interno dei cimiteri comunali per conto dei privati cittadini”.

ILLUMINAZIONE

Non meno rilevante l’impegno dell’Amministrazione Falcomatà  nei settori della pubblica illuminazione ( 27.500 punti luce),  della videosorveglianza, della fibra ottica e della trasmissione dati,  precedentemente affidati  a “Multiservizi” ed oggi  gestiti  e progettati dai tecnici del Comune. Allo scadere del contratto di manutenzione dell’aprile 2015 è stata indetta una nuova gara per un importo di 130 mila euro, risorse che  garantiranno gli interventi più urgenti sulle linee di distribuzione  interessate all’ammodernamento e al conseguente risparmio energetico. Sarà così possibile intervenire  sugli impianti di San Martino di Gallico, Rosario Valanidi, via marina Gallico – Catona, Botteghelle, Straorino, Cerasi, Ortì, Terreti, Arghillà, Piazza Orange, piazzetta Unicef.  Il prossimo 28 agosto, inoltre,  la Suap espleterà la gara d’appalto di manutenzione ordicomune reggio calabria palazzo san giorgionaria di tutti i servizi   che fanno capo al settore illuminazione  per un importo a base d’asta di 390 mila euro. “Finalmente – dice ancora il delegato alla manutenzione Rocco Albanese  – il tapis roulant  è tornato a funzionare a pieno regime, così come  aveva promesso il Sindaco durante la campagna elettorale. La gestione diretta del servizio comporta un risparmio annuale di 25 mila euro, in quanto oggi  – dalla sorveglianza alla manutenzione –  l’impianto rientra nella competenza dei dipendenti dell’Ente.  Un’altra sfida riguarda la mappatura del sottosuolo interessato alle reti dei servizi telefonici, elettrici, metano, acqua e fogne.  Su disposizione del Sindaco abbiamo deciso di mettere fine ad un  sistema caotico che provoca enormi danni  ogni qualvolta si rendono necessari lavori di manutenzione o interventi urgenti. Tutte queste attività, che prima venivano svolte dalla società partecipate, oggi  sono  garantite dai tecnici del Comune ( dal dirigente ai funzionari, alle maestranze)  che stanno dimostrando grande responsabilità con un impegno che va oltre gli obblighi imposti dal contratto di lavoro (sia  in relazione all’orario di  servizio  sia  durante le giornate festive e prefestive e senza alcuna indennità).  La nostra trasparenza  necessita anche della collaborazione dei cittadini i quali, attraverso i numeri utili  e l’Urp, possono segnalare non solo i guasti,  ma anche tutte quelle situazioni che  ci aiutano a migliorare i servizi”.