Reggio, sbarco di 903 migranti del 2 luglio: arrestati 2 scafisti

A conclusione di serrate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio, la Squadra Mobile reggina in collaborazione con la 6^ Squadriglia della Guardia Costiera di Messina, ha fermato due scafisti delle imbarcazioni sulle quali viaggiavano 903 migranti sbarcati al porto di Reggio Calabria nella giornata di ieri, 2 luglio, dalla nave della Guardia Costiera “Dattilo

Migranti (2)A conclusione di serrate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, la Squadra Mobile reggina in collaborazione con la 6^ Squadriglia della Guardia Costiera di Messina, ha fermato due scafisti delle imbarcazioni sulle quali viaggiavano 903 migranti sbarcati al porto di Reggio Calabria nella giornata di ieri, 2 luglio, dalla nave della Guardia Costiera “Dattilo”. I soggetti sottoposti a fermo di indiziato del delitto di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina nel territorio dello Stato italiano sono: ELMECHRI Housine, trentottenne tunisino, e ABDELHADI Houssen Faraj trentenne proveniente dalla Libia. Agli stessi sono state contestate anche le aggravanti di aver sottoposto i migranti a pericolo di vita ed a trattamento inumano o degradante. Le indagini proseguono per l’identificazione degli organizzatori, dei finanziatori e degli altri complici, nonché per approfondire le circostanze emerse durante la fasi iniziali dell’attività investigativa.