Reggio, la protesta di un pendolare: “Trenitalia ci tratta come bestie”

Reggio, un pendolare scrive a StrettoWeb: “veniamo trattati come bestie dopo aver fatto il nostro dovere versando a Trenitalia i soldi dell’abbonamento”

trenitaliaE’ stanco ed indignato un pendolare di Trenitalia, il dott. Giulio Roda, che, tutte le mattine, usufruisce del servizio treni della compagnia italiana:  “la situazione che io e gli altri pendolari stiamo vivendo in questi giorni ferisce la dignità di noi viaggiatori che,  con tutto il rispetto per gli animali, veniamo trattati come bestie dopo aver fatto il nostro dovere versando a Trenitalia i soldi dell’abbonamento.  Infatti -prosegue- siamo costretti a  viaggiare in queste giornate di caldo torrido senza aria condizionata,  con conseguenti malori di diversi viaggiatori.  Vi prego di voler sensibilizzare chi di competenza affinché anche noi possiamo essere trattati da persone normali”, conclude il pendolare.