Reggio: pericolo per la cabina dell’Enel dismessa a Motta San Giovanni [FOTO]

DSC04033 (Medium)Si segnala una situazione di potenziale pericolo per l’incolumità pubblica da anni sotto gli occhi di tutti  determinata dalla cabina ENEL dismessa, posta a pochi metri lato monte del ponte stradale San Vincenzo nel territorio del comune di Motta San Giovanni. Lo afferma in una nota Vincenzo Crea, Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto” e Referente unico dell’ANCADIC Onlus.

La struttura è  in stato di totale abbandono e forte degrado, presenta vistose  lesioni prevalentemente verticali in alto alle pareti. Si è già registrato il distacco di porzioni di cornicione e il crollo di una notevole porzione della parete lato monte i cui blocchi di cemento forati si sono riversati all’interno della struttura, nonché distacco di intonaco solaio e porzioni di pignatte. Le lesioni presenti in alto alla parete lato Sud e lato Nord fanno temere che una notevole porzione di cemento potrebbe staccarsi. Vi è di più. L’accesso alla struttura è libero in quanto priva di porta e ignoti spesso vi smaltiscono i rifiuti attraverso il fuoco. Sulla parete lato Reggio è stato affisso un cartello riportante l’intestazione della polizia municipale di Motta SG e la dicitura “Divieto di discarica”, ma i rifiuti stanno sempre là e la probabilità che dall’alto si stacchi qualche porzione di cemento aumenta giorno dopo giorno. Qualcuno si è preoccupato di avvisare l’ENEL circa la grave situazione? Con l’occasione si segnala che un cavo elettrico (probabilmente di messa a terra)  posto sul palo dell’illuminazione pubblica situato di fronte alla cabina ENEL a ridosso del ponte stradale  è stato tranciato. Per quanto precede si chiede alla spettabile ENEL di voler adottare gli urgenti provvedimenti a tutela dell’incolumità pubblica e a salvaguardia dell’ambiente.