Reggio, operazione “Eclissi 2″: ingerenze nel Comune di San Ferdinando, 10 arresti [VIDEO]

Le complesse ed articolate attività investigative hanno consentito di confermare la pressante ingerenza delle logiche mafiose anche all’interno del consesso civico di San Ferdinando (RC)

carabinieri

Durante la notte, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione a 10 ordinanze di custodia cautelare, a carico di altrettanti soggetti indagati per associazione di tipo mafioso, concorso in detenzione e porto in luogo pubblico di armi da fuoco anche da guerra e clandestine, concorso in detenzione, vendita e cessione di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente e concorso in danneggiamenti aggravati dalle modalità mafiose.
L’operazione convenzionalmente chiamata “ECLISSI 2”, naturale prosecuzione della vasta ed articolata Operazione “ECLISSI”, conclusa nel mese di ottobre 2014, ha fatto ulteriore luce sugli interessi criminali ed economici della Locale di ‘ndrangheta di San Ferdinando in cui operano le ‘ndrine dei “BELLOCCO-CIMATO” e “PESCE-PANTANO”.
Le complesse ed articolate attività investigative hanno consentito di confermare la pressante ingerenza delle logiche mafiose anche all’interno del consesso civico di San Ferdinando (RC) dove, già nell’Ottobre scorso, vennero arrestati il Sindaco Domenico Madafferi e il Vice Sindaco Santo Cieli, ed oggi è stata ripristinata la custodia cautelare in carcere in capo ad un ex consigliere comunale a cui è contestato il reato di associazione mafiosa.
I dettagli dell’operazione verranno resi noti durante la conferenza stampa a cui parteciperà il Procuratore della Repubblica Federico Cafiero de Raho, che si terrà alle ore 10.30 presso il Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria in via Aschenez, 3.