Reggio, messa in sicurezza della bretella tra la SS 682 e la SP 42

ss 682La messa in sicurezza della bretella che collega la SS 682 (Ionio – Tirreno) con la SP 42 (ponte Eia- Giffone-Limina) è stata al centro di un incontro tra il presidente della Provincia, Giuseppe Raffa, e una delegazione del comune di Giffone guidata dal sindaco Antonino Cutrì e composta dal vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Valensisi, e dal consigliere Pasquale Spanò.  Un raccordo viario di competenza dell’Anas che necessità di interventi immediati di manutenzione e di messa in sicurezza per eliminare l’attuale stato di disagio  degli automobilisti che quotidianamente lo percorrono. La delegazione ha illustrato a Giuseppe Raffa lo stato attuale  di questo segmento di viabilità interna, indicandone  gli interventi tesi ad  eliminare non solo il dissesto del manto stradale, ma anche   il restringimento della carreggiata provocata dalla crescita di erbacce e arbusti. Analogo intervento è stato sollecitato  sulle   pessime condizioni strutturali  della galleria artificiale (situata a pochi metri dalla svincolo della SGC Ionio – Tirreno) che, soprattutto nei periodi di pioggia, diventa un grosso ostacolo per la mobilità delle persone e delle merci.

Il presidente Raffa – consapevole della funzione   che la strada in questione  svolge per gli scambi commerciali, turistici e agricoli –  ha assicurato che la Provincia, in assenza dell’ANAS,  effettuerà un intervento di sussidiarietà e supplenza  per impedire l’isolamento di alcuni importanti centri interni  che traggono benefici  dal traffico, leggero e pesante, proveniente dalle Serre tramite la SS 682, dalla Locride, dalla Piana di Gioia Tauro e dai comuni di Naropati e Galatro, limitrofi a Giffone. Nella stessa mattinata, Raffa ha  chiesto alla dirigente del Settore “Viabilità e Trasporti” dell’Ente, ing. Domenica Catalfamo, di assumere  idonee iniziative tecnico – amministrative per un immediato intervento di messa in sicurezza della strada in questione.