Reggio: manifestazione di solidarietà alla Grecia

Nucera: “il 5 luglio in tutta Italia abbiamo vissuto una giornata di mobilitazione per sostenere la Grecia, giorno in cui i cittadini greci si sono espressi con un Referendum sugli accordi di salvataggio finanziario”

manifestazione n solidarietà al popolo greco, Reggio Calalabria“Il 5 luglio in tutta Italia abbiamo vissuto una giornata di mobilitazione per sostenere la Grecia, giorno in cui i cittadini greci si sono espressi con un Referendum sugli accordi di salvataggio finanziario. Quello di Atene è un Referendum che chiede una scelta, ma soprattutto una svolta per cambiare direzione rispetto a quella fin oggi percorsa. Chiede un ribaltamento di prospettiva per un’Europa che metta al centro la dignità delle persone, con i loro diritti civili e umani e non le banche”. Lo sostiene Giovanni Nucera, capogruppo de La Sinistra, che aggiunge: “In concomitanza con la visita in Grecia di una delegazione di Sel composta dal presidente Nichi Vendola, dai capigruppo Arturo Scotto e Loredana De Petris, insieme al coordinatore nazionale e deputato Nicola Fratoianni e i parlamentari Michele Piras e Massimo Cervellini, in molte piazze italiane è stato possibile confrontarsi sulla situazione che si sta vivendo in Grecia e, in segno di solidarietà, abbiamo lasciato un pensiero da trasmettere al popolo greco. Reggio Calabria non è mancata a questo appuntamento, perché il referendum in Grecia riguarda tutti noi. Da piazza San Giorgio al corso, con il nostro banchetto abbiamo accolto e informato i nostri concittadini, raccogliendo anche le loro impressioni. Questa manifestazione si è svolta contemporaneamente a Siderno, Pizzo e in molti altri comuni calabresi. In questo giorno difficile per il popolo greco, anche noi ci sentiamo idealmente in Grecia per esprimere tutta la nostra vicinanza. In questi anni di stenti e di fame per la Grecia, l’Europa non ha capito la sofferenza di una intera nazione. L’Europa, creata per la solidarietà e per l’inclusione dei popoli, in questo momento è quell’Europa delle banche che sta portando alla più nera disperazione i cittadini greci. Anche noi – conclude Nucera – diciamo no a questa Europa e ci auspichiamo un cambiamento di prospettiva che guardi al bene di tutti. Al popolo greco e al suo leader Alexis Tsipras diamo tutti la nostra solidarietà”.