Reggio, Idone: “la mancata pulizia arenile è una vergogna sotto gli occhi di tutti”

Idone: “una vergogna sotto gli occhi di tutti, che cresce tra l’indifferenza dell’amministrazione comunale che ignora, o fa finta, le pessime condizioni dell’arenile di Gallico”

Spiaggia Saline (2)“Una vergogna sotto gli occhi di tutti, che cresce tra l’indifferenza dell’amministrazione comunale che ignora, o fa finta, le pessime condizioni dell’arenile di Gallico. Così l’ex Presidente della IX Circoscrizione, Domenico Idone, in merito alla mancata pulizia e degrado del litorale gallicese.  La spiaggia necessita di una urgente pulizia, considerata la massiccia presenza d’inerti di ogni genere ed in particolare è indispensabile porre particolare attenzione al funzionamento della rete fognaria. E’ imbarazzante, continua Idone, l’immobilità dimostrata dall’amministrazione comunale di fronte all’imbarbarimento dell’area. Purtroppo, da Palazzo San Giorgio stanno dimostrando di non essere in grado di gestire l’ordinario, chiunque sa che la pulizia delle spiagge deve essere programmata ed eseguita prima della stagione estiva” afferma in una nota Domenico Idone, ex presidente IX Circoscrizione (Gallico-Sambatello). “Vengono così vanificati tutti gli sforzi degli imprenditori e delle associazioni, già provati dalla crisi economica, che continuano ad investire ed a destagionalizzare nell’area. A tutto ciò si aggiunge all’aggravante dei lavori di completamento del lungomare. Il progetto di riqualificazione, fermo al palo da tempo -prosegue- avrebbe dovuto dare nuovo splendore all’intera area urbana, difatti ha generato una situazione di degrado ed abbandono insostenibili. Basta fare una semplice passeggiata per constatare la situazione di incuria e sudiciume in cui versa l’arenile, frutto anche dell’inciviltà dei cittadini, e rendersi conto di un ingiustificato ritardo nei lavori da eseguire. Come è possibile presentare ai turisti ed ai residenti una situazione del genere? La pulizia delle spiagge non è un servizio base, per una città che ambisce ad essere meta turistica? Non si comprende il perché di tale immobilismo e mancanza di programmazione e si invita l’amministrazione comunale ad attuare tutti i provvedimenti necessari – conclude- per ridurre disagi, salvaguardare la salute dei cittadini e sanare una stagione estiva che, come già dicono in molti, risulta essere già compromessa”.