Reggio, i successi del Liceo Vinci e la DS Giusy Princi insignita “Donna dell’anno”

La Dirigente del Liceo Leonardo da Vinci di Reggio Calabria, Giusy Princi, sabato presso Palazzo Campanella riceverà il premio “Donna dell’anno”; il suo arduo lavoro ha portato l’istituto ad essere una tra le prime scuole più moderne di Italia e tra le prime 100 in Europa

giuseppina princiIl Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci si migliora sempre più, oggi risulta essere una delle scuole più numerose della provincia reggina ma non solo: gode di un ottima posizione anche nella classifica delle scuole superiori italiane, spiccando per modernità,  qualità della didattica nonchè per numero di frequentanti. I passi avanti che ha realizzato l’Istituto non sono frutto di fattori fortuiti e casuali, ma di un duro lavoro che c’è stato e c’è tutt’oggi dietro questa importante crescita. Crescita, resa possibile dal lavoro e dall’impegno che da circa 5 anni svolge sapientemente e con scrupolosità la Dirigente dell’Istituto, Giuseppina Princi.

Gestire ogni giorno circa  2 mila studenti e 150 docenti, non è un compito semplice. Ed è proprio per  la capacità e a metodica che ha dimostrato questa donna reggina, sarà insignita con il premio “Donna dell’anno” per l’anno 2014 dall’Accademia Culturale Fjord of Reghium.  Giorno 25 luglio 2015, alle ore 10,00 nei locali della Sala Consiliare “ Monteleone” presso Palazzo Campanella di Reggio Calabria, la dirigente del Liceo Scientifico Statale “Leonardo da Vinci” Giuseppina  Princi, riceverà questo importante riconoscimento che le attribuiscono valori di legalità, trasparenza, appartenenza profusi alle giovani generazioni, oltre che riconoscerle la sua metodica innovativa, ed aver permesso con le sue iniziative di  promuovere l’innovazione nella didattica, rendendo il da Vinci in cinque anni, la Scuola più moderna e numerosa del paese, tra le prime in Italia e tra le prime 100 in Europa.

Liceo-Scientifico-“Leonardo-da-Vinci”Torna anche quest’anno, giunto alla sua XI edizione,  l’appuntamento con l’Accademia culturale Fjord of Reghium che premia e loda le personalità del panorama culturale reggino che si sono valorizzate ed hanno saputo lavorare per e con il territorio. Per l’anno 2014 la scelta è appunto ricaduta proprio sulla dirigente dell’Istituto Leonardo da Vinci, Giuseppina Princi, come  ”Donna dell’anno”, ed a Vincenzo Panuccio, esperto e personaggio illustre del diritto internazionale come “Uomo dell’anno”.

Il premio nasce con la volontà di premiare quelle personalità che dedicano la loro professione ed impegno al territorio reggino e soprattutto ai reggini. Nel caso specifico, proprio la Dirigente Giuseppina Princi,  è l’esempio eccellente di professionalità, attaccamento ed amore per la città dello Stretto e soprattutto per gli studenti, per i giovani reggini, menti fresche, cariche di potenziale  ma ancora inesperte e forse anche intimorite dalla società e dal tessuto lavorativo attuale e che necessitano proprio in questi anni di formazione un’attenta guida pronta a spronarli, ad incoraggiare i propri sogni ed a far emergere le loro potenzialità. Lavoro arduo questo, che la Dirigente ha svolto quotidianamente con tanta tenacia e caparbietà.

Il premio, sarà una targa realizzata dall’orafo Gerardo Sacco, come riconoscimento del lavoro e della professionalità che queste due figure hanno saputo regalare al territorio ed alla cittadinanza reggina.  Nello spirito di comunità, nella convinzione che i risultati siano ottenuti e si ottengano attraverso importanti sinergie interne ed esterne, il Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” avrebbe piacere a condividere questo “premio” con tutti coloro i quali hanno contribuito alla crescita valoriale e formativa delle giovani generazioni.