Reggio: ennesimo incidente alla rotatoria Nord di Lazzaro [FOTO]

Crea: “i cittadini di Lazzaro Nord sono stati svegliati da un boato determinato dall’ennesimo incidente verificatosi nella rotonda”

Lazzaro (4)“Intorno alle ore 4,00 di oggi 20 luglio 2015 ancora una volta gli abitanti degli edifici prospicienti la rotatoria di Lazzaro Nord sono stati svegliati da un boato determinato dall’ennesimo incidente verificatosi nella precitata rotonda. La dinamica è verosimilmente simile a quella dei numerosi precedenti sinistri. Un veicolo giunto in entrata alla rotatoria ha proseguito dritto sulla struttura. Non si hanno ulteriori elementi. I residenti sono preoccupati e abbastanza provati anche perché sebbene si è in presenza di una rotatoria dove i veicoli devono andare piano spesso gli abitanti vengono svegliati nel cuore della notte da  brusche accelerate, forti frenate e rumore di motori tirati lungo, specialmente dalle moto” afferma Vincenzo Crea rederente unico dell’Ancadic Onlus. “Giova però ripetere che seppur vero che i gravissimi incidenti, siano nella maggior parte dei casi riconducibili ad una guida scorretta, ad una velocità ben superiore al limite consentito, inosservanza del Codice ecc., denunciano tuttavia l’esigenza di interventi diretti a ridurre il livello di pericolosità della strada. Forse sarebbe opportuno allargare di qualche metro – prosegue- la curva in entrata alla rotatoria. Se tutti questi incidenti si registrano frequentemente allo stesso punto ovvero in entrata alla rotatoria è legittimo ritenere che la strada in quel tratto presenti qualche problematica, quindi sarebbe necessario un intervento sull’infrastruttura. Secondo me osservando le tracce dei pneumatici impressi dai veicoli sull’asfalto i competenti tecnici dell’ANAS potrebbero quantomeno, con sufficiente approssimazione, stabilirne la causa. Si pone in evidenza – aggiunge- che i lavori di messa in sicurezza sulla corsia in entrata al paese sono da circa due mesi fermi e il rischio collisione è sempre più alto. Il pregiudizio per la circolazione veicolare e pedonale è determinato anche dal posteggio di veicoli anche commerciali sul marciapiede e sulla corsia a senso unico di marcia che spesso tra l’altro ostacolano il transito dei veicoli in uscita da Lazzaro e dalle conseguenti manovre arbitrarie da parte di fruitori di attività commerciali, poste in un immobile fronti stante la rotatoria. Tanto si segnala per gli urgenti provvedimenti a tutela della circolazione stradale e dell’incolumità pubblica e privata. Con riserva di costituirci parte civile per eventuali danni che a causa di tale situazione ne dovessero derivare a persone o cose. In merito sono stati ancora una volta interessati – conclude- l’ANAS Compartimento per la viabilità della Calabria e la Sede Staccata di Reggio Calabria,  il Sindaco,  il Vice Sindaco, il Responsabile dell’Ufficio Tecnico Manutentivo del Comune di Motta San Giovanni, il locale Comando di Polizia Municipale e il Prefetto di Reggio Calabria”.