Reggio: domani la presentazione della IX traversata della solidarietà Fidas

Reggio, domani la presentazione della IX traversata della solidarietà Fidas presso la Sala Biblioteca della Provincia

Stretto-di-MessinaSi svolgerà giovedì 30 luglio alle 11.00 presso la Sala Biblioteca della Provincia di Reggio Calabria, in Piazza Italia, la conferenza stampa di presentazione della Traversata della Solidarietà FIDAS.

Giunto alla nona edizione, l’evento promosso da FIDAS Nazionale, FIDAS Calabria e ADSPEM FIDAS di Reggio Calabria, è l’appuntamento consolidato dei donatori di sangue che attraverseranno le acque tra Scilla e Cariddi per ricordare l’importanza di un gesto responsabile, anonimo, volontario e gratuito a favore dei tanti cittadini che necessitano di terapie trasfusionali.

Gli oltre 480 mila donatori FIDAS (dati del 2014) hanno contribuito al raggiungimento del fabbisogno nazionale di sangue ed emocomponenti con quasi 400mila unità, assicurando la riuscita degli 8500 eventi trasfusionali quotidiani a favore dei cittadini del nostro Paese. Ma quanto si è fatto non basta. Occorre continuare a diffondere il messaggio della donazione, rivolto in particolare alle donne, ai giovani e ai nuovi italiani.

“In queste settimane è riecheggiato in diverse regioni l’invito a donare il sangue. Quest’estate sta portando insieme al caldo anche una diffusa carenza di sangue. Con la Traversata della solidarietà e gli eventi ad essa collegati che porteranno a Reggio Calabria oltre 120 giovani donatori, vogliamo evidenziare questa criticità – sottolinea il presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris – coinvolgendo non solo i donatori di sangue, ma tutti i cittadini che ancora non sono sensibili a questo alto gesto di volontariato.”

A presentare l’appuntamento reggino Caterina Filippone Muscatello, presidente dell’Associazione Adspem FIDAS di Reggio Calabria, il delegato Coni Reggio Calabria Avv. Giuseppe Lombardo ed i rappresentanti dei Comuni di Reggio Calabria e di Villa San Giovanni, della Provincia di Reggio Calabria e della Regione Calabria, della Questura di Reggio Calabria e il reparto volo, nonché il comandante Francesco Terranova della Capitaneria di porto di Reggio Calabria e i rappresentanti della Lega Navale.