Reggio, contrasto alla criminalità: 5 arresti, 16 denunce e sequestri [FOTO]

Operazioni di contrasto alle forme di criminalità diffusa, sotto l’egida del prefetto di Reggio Calabria, dottor Claudio Sammartino

Posto di controllo CarabinieriIl bilancio degli ultimi giorni di servizio svolti dai carabinieri del gruppo di Locri nel territorio di competenza – che incide sulle compagnie di Roccella Jonica, bianco e la stessa Locri – nell’ambito e in prosecuzione delle operazioni di contrasto a tutte le forme di criminalità diffusa, pianificate sin dall’inizio del corrente anno sotto l’egida del prefetto di Reggio Calabria, dottor Claudio Sammartino.

Lavorata CosimoArdore (RC). Un 30enne disoccupato è stato tratto in arresto perché deve scontare una pena di circa 8 mesi per trasporto non autorizzato di rifiuti.

I Carabinieri della Stazione di Ardore hanno tratto in arresto Lavorata Cosimo, 30enne del luogo già noto alle forze dell’ordine, in ottemperanza all’ordine di esecuzione di carcerazione emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Locri, dovendo il medesimo scontare una pena residua di 7 mesi e 28 giorni. L’uomo è ritenuto responsabile del reato di trasporto non autorizzato di rifiuti poiché sorpreso il 18 aprile del 2011 dai Carabinieri mentre trasportava a bordo di un autocarro, sprovvisto di assicurazione e pur essendo privo delle prescritte autorizzazioni, materiale ferroso ed alcuni rifiuti speciali. Al termine delle formalità di rito e dopo i rilievi foto-dattiloscopici, il prevenuto è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Locri.

Rodà PasqualinoBrancaleone (RC). 45enne tratto in arresto per violazione degli obblighi connessi alla liberta’ vigilata.

In Brancaleone (RC), i Carabinieri della locale Stazione, unitamente a quelli dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, hanno tratto in arresto in esecuzione dell’ “ordine di consegna per esecuzione di misura di sicurezza”, Pasqualino Rodà, disoccupato 45enne del luogo, responsabile di aver reiteratamente violato gli obblighi derivanti dal regime della libertà vigilata cui era sottoposto dal 2014, in base ad un provvedimento emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Reggio Calabria.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Locri (RC), per poi essere tradotto la Casa di Lavoro di Vasto (CH) per la successiva sottoposizione alla nuova misura di sicurezza, quella della casa lavoro per l’appunto, per la durata minima di un anno, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria mandante.

Argirò GiovanniBenestare (RC). 36enne disoccupato tratto in arresto: deve scontare una pena residua  per porto abusivo di armi.

I Carabinieri della Stazione di Careri hanno tratto in arresto Argiro’ Giovanni, 36enne del luogo, in ottemperanza all’ordine di esecuzione di carcerazione emesso dall’Ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Locri, dovendo il medesimo scontare una pena residua di 1 mese di detenzione domiciliare per il reato di porto abusivo e detenzione di armi, commesso in Marina di Gioiosa Jonica nel 2009. Al termine delle formalità di rito, il predetto è stato tradotto presso il proprio domicilio.

Beniamini DavideRoccella Jonica (RC). Si rifiuta di sottoporsi all’alcoltest e prova a sottrarsi al controllo dei Carabinieri: arrestato un 32enne.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Roccella Jonica hanno arrestato Beniamini Davide, 32enne di Siderno, per resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato di ebbrezza.

In particolare, nel corso di un controllo dinamico alla circolazione stradale avvenuto sulla SS 106 in orario notturno, all’ingresso di Roccella Jonica, il Beniamini si è dapprima rifiutato di sottoporsi all’accertamento etilometrico e, dopo aver tentato più volte di allontanarsi a bordo dell’autovettura di proprietà al fine di sottrarsi al controllo, al termine di un breve inseguimento a piedi è stato raggiunto e bloccato dagli operanti. Il mezzo, sprovvisto di copertura assicurativa, è stato sottoposto a sequestro e affidato in custodia giudiziale ad una ditta specializzata. L’arrestato, espletate le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della locale Stazione e, successivamente, all’esito dell’udienza di convalida, è stato sottoposto all’obbligo di dimora nel Comune di residenza.

Lucano GiuseppeCaulonia (RC). Disoccupato 26enne in arresto per scontare una pena residua  di 8 mesi di reclusione.

I Carabinieri della Stazione di Caulonia hanno tratto in arresto Lucano Giuseppe, 26enne del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine, in ottemperanza all’ordine di esecuzione emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri, dovendo scontare una pena di 8 mesi in regime di detenzione domiciliare per il reato di “false dichiarazioni per l’ammissione al gratuito patrocinio”, commesso in Locri nel 2010. Al termine delle formalità di rito, il predetto è stato tradotto presso il proprio domicilio.

Sant’Ilario dello Jonio (RC): sorpreso alla guida di un’autovettura senza aver mai conseguito la prescritta patente e denunciato dai Carabinieri.

I Carabinieri della Stazione di Sant’Ilario dello Jonio hanno deferito in stato di libertà un 24enne bengalese, regolarmente presente sul territorio nazionale, perché è stato sorpreso alla guida di un furgone, pur non essendo in possesso del prescritto documento di guida perché mai conseguito. Il mezzo è stato sottoposto a fermo amministrativo ed affidato al proprietario.

Careri (RC): denunciato dai Carabinieri perché sorpreso alla guida di un ciclomotore senza aver mai conseguito la prescritta patente.

I Carabinieri della Stazione di Careri hanno deferito in stato di libertà un 16enne del luogo, sorpreso alla guida del ciclomotore intestato al padre, pur non essendo in possesso del prescritto documento di guida perché mai conseguito. Il mezzo è stato sottoposto a sequestro amministrativo ed affidato in custodia giudiziale ad una ditta convenzionata.

Agnana Calabra (RC): denunciato dai Carabinieri per introduzione o abbandono di animali nel fondo altrui e pascolo abusivo

I Carabinieri della Stazione di Agnana Calabra hanno deferito in stato di libertà per introduzione o abbandono di animali nel fondo altrui e pascolo abusivo un allevatore 44enne di Canolo responsabile di aver fatto pascolare abusivamente, in alcuni terreni privati, un branco di ovini che, a seguito di accertamenti esperiti presso l’Azienda Sanitaria – Servizio Veterinario – Area “A” di Reggio Calabria, è risultato essere di sua proprietà.

Stilo (RC): due persone Denunciate dai Carabinieri per truffa e sostituzione di persona e per gestione di rifiuti non autorizzata.

I Carabinieri della Stazione di Stilo hanno deferito in stato di libertà:

  • un 55enne del posto per sostituzione di persona e truffa. In particolare, il prevenuto, nel periodo compreso tra il mese di luglio e ottobre 2014, ha usufruito presso la propria abitazione di fornitura di energia elettrica intestata ad altro soggetto mediante l’utilizzo illecito di documenti allo stesso intestati, senza alcuna autorizzazione;
  • un allevatore 36enne del posto, già noto alle Forze dell’Ordine, per gestione dei rifiuti non autorizzata: dal novembre 2014 al marzo 2015 avrebbe sversato su una porzione di terreno demaniale, sito in quella Contrada Pannara, rifiuti speciali del tipo materiale edile di risulta, prodotti  da un cantiere poco distante

 Grotteria (RC): utilizza un assegno provento di rapina: denunciato dai Carabinieri.

I Carabinieri della Stazione di Grotteria hanno deferito in stato di libertà un 41enne di Locri per truffa e ricettazione. In particolare, il prevenuto, a seguito di trattativa inerente la vendita di un’auto, per restituire l’acconto ha utilizzato un assegno bancario che, da accertamenti esperiti, è risultato essere provento di rapina commessa il 5.6.2009 presso l’allora Banca “Nuova” di Grotteria, attualmente corrente in Siderno.

fucile locriIn Bovalino, i Carabinieri della locale Stazione:

  • hanno deferito in stato di libertà per ricettazione un muratore 55enne del luogo; durante una perquisizione domiciliare estesa ad un garage nella disponibilità del prevenuto, i militari hanno rinvenuto un’autovettura Volkswagen Golf con targa estera, risultata oggetto di furto denunciato in Roma il 3 luglio scorso. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro ed affidato in custodia giudiziale;
  • cartucce locriunitamente a personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, nel corso servizio di rastrellamento in località Porticello, hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro, ben occultato tra la vegetazione, un fucile cal.36 di fabbricazione artigianale e sprovvisto di matricola e 120 cartucce di vario calibro, in buono stato di conservazione.

In Brancaleone (RC), i Carabinieri del N.O.R.-Aliquota Radiomobile della Compagnia di Bianco hanno deferito in stato di libertà:

  • per guida senza patente e false dichiarazioni sulla identità o sulle qualità personali proprie o di altri, un 28enne di Africo che, sottoposto a controllo dinamico della circolazione stradale mentre era alla guida di un utilitaria – nella circostanza sottoposta a fermo amministrativo – dapprima ha fornito false generalità ai militari operanti e, successivamente, a seguito di approfonditi controlli, è risultato essere sprovvisto di patente di guida;
  • per guida in stato di ebbrezza un 25enne del posto, poiché durante un controllo alla circolazione stradale è stato sorpreso alla guida dell’autovettura di proprietà del padre con un tasso alcolemico pari a 1,12 g/l, accertato con etilometro in dotazione;

In Palizzi (RC), località marina, a conclusione di mirati accertamenti, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà 5 persone di Reggio Calabria per violazione delle norme sull’edilizia poiché, a seguito di sopralluogo esperito congiuntamente a personale della Delegazione di Spiaggia – Guardia Costiera – di Melito di Porto Salvo (RC) e dell’Ufficio Tecnico del locale Municipio, è stata accertata la realizzazione, su terreni di loro proprietà, di tre manufatti adibiti a deposito materiali da pesca e diporto, in assenza del prescritto permesso di costruire.

In San Luca (RC), i militari della locale Stazione Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà per ricettazione un allevatore 37enne del luogo, sorpreso circolare alla guida di una moto da cross, priva di targa, nella circostanza sottoposta a sequestro, risultata essere oggetto di furto commesso in provincia di Novara nel 2007.

In Gioiosa Jonica (RC), i militari della locale Stazione Carabinieri, a conclusione di accertamenti esperiti congiuntamente a personale specializzato dell’ENEL, hanno deferito in stato di libertà un commerciante 57enne del luogo, responsabile di aver manomesso il contatore dell’energia elettrica della propria abitazione al fine di eludere il reale consumo. Nel corso dell’attività è stato sequestrato materiale elettrico utilizzato per la commissione del reato contestato.