Reggio, caso Martino, Maiolino contro Falcomatà: ”il suo silenzio è assordante, centrosinistra incollato alle poltrone”

Maiolino: “sarebbe auspicabile per il sindaco, fare un piccolo bilancio del suo operato, vissuto tra prepotenze dei suoi in consiglio comunale, iniziative improvvisate e fallimentari e promesse non mantenute”

martino“Questa volta il centrosinistra non se la può cavare con delle semplici scuse, servirebbero provvedimenti concreti, azioni decise, come le dimissioni immediate di Martino, invece il centrosinistra continua a fare di tutto per lasciare i suoi incollati alla poltrona e il sindaco Falcomatà resta in silenzio, sottraendosi alle sue responsabilità”. Lo afferma in una nota il capogruppo di Reggio Futura Antonino Maiolino in merito alle mancate dimissioni di Demetrio Martino che durante una seduta della prima commissione aveva bestemmiato. “Il silenzio del sindaco è assordante – continua Maiolino – non è la prima volta che di fronte ad una decisione da prendere si tira indietro e rimane nascosto  nelle stanze di  Palazzo San Giorgio, come colui che vuole tenere le redini del cavallo dei vincitori, pensando di avere in pugno la città ma non si rende conto che la gente ha smesso di credere nei suoi slogan e adesso vuole vedere i fatti. Sarebbe auspicabile per il sindaco, fare un piccolo bilancio del suo operato, vissuto tra prepotenze dei suoi in consiglio comunale, iniziative improvvisate e fallimentari e promesse non mantenute.   A proposito – conclude Maiolino – che fine ha fatto la tanta acclamata rotazione dei dirigenti comunali?”