Reggio: avviati i lavori di messa in sicurezza della bretella che collega la SS682 con la SP42 [FOTO]

La provincia di Reggio mette in sicurezza un tratto di strada di competenza anas. Il presidente Raffa: “ per garantire ai cittadini il diritto alla mobilita’ abbiamo attuato il principio della sussidiarietà”

Galleria Limina (3)La Provincia di Reggio Calabria  ha avviato i lavori di  messa in sicurezza  della bretella che collega  la SS 682 (Ionio-Tirreno) con  la SP 42 ( Ponte Eia – Giffone – Limina), già di proprietà dell’ANAS, ma che, al momento,   non rientra nella competenza di altri enti.  Nei mesi scorsi la Provincia, con il Presidente Raffa, si era fatta carico del problema  decidendo un intervento di sussidiarietà  per assicurare la pubblica incolumità, garantire il regolare traffico veicolare  nel collegamento  tra la Ionio – Tirreno e il monte Limina.  Sulla vicenda Raffa è stato continuamente aggiornato  dai sopralluoghi effettuati sia dall’assessore Piero Campisi che  dal consigliere Francesco Rispoli, i quali hanno interpretato e sostenuto  le esigenze di quanti, quotidianamente, si spostano  tra i versanti aspromontani della provincia. E della vicenda, l’Ente di via Foti ha interessato anche la Prefettura.  All’inizio del mese di luglio, Raffa ha incontrato una delegazione del Comune di Giffone guidata dal Sindaco Antonino Cutrì,  composta dal vicesindaco Angelo Valensisi e dal consigliere Pasquale Spanò. In quella circostanza è  stato  promesso un  intervento di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza  di questo segmento viario, in particolare della galleria artificiale, situata a pochi metri dalla svincolo della Ionio – Tirreno che, soprattutto  nei periodi di pioggia  raggiunge un altissimo grado di pericolosità. Al termine di quell’incontro, il  Presidente della Provincia  ha assicurato  un  intervento teso ad  impedire l’isolamento di numerose comunità interne che  la carenza infrastrutturale  annulla  concrete possibilità di sviluppo ed agevola la desertificazione dei centri abitati.  In meno di venti giorni, il settore Viabilità, guidato dall’ing. Domenica Catalfamo, è stato in grado di avviare l’intervento. Come dimostrano le foto, i lavori, tra l’altro, interessano la galleria artificiale,  la bitumazione del tracciato e altri interventi di messa in sicurezza. E se l’assessore Campisi e il consigliere Rispoli hanno espresso  soddisfazione sull’intervento che ha restituito ai cittadini  il diritto alla mobilità, il presidente Raffa ha sottolineato “ l’importanza della sussidiarietà per eliminare  problemi di grande interesse sociale  che, spesso, soprattutto per il rimpallo di responsabilità, mettono  a rischio la pubblica incolumità, interrompono  la  continuità territoriale e costringono i cittadini  ( per lavoro, studio o  problemi di salute)  ad abbandonare  le loro case per trasferirsi altrove”.