Reggina, Salvatore da Roma: “ho contribuito per un sogno che continua”

Reggina, la lettera di un tifoso residente lontano da Reggio dopo aver versato la sua quota per salvare il club

regginaE’ iniziata ieri la corsa alla salvezza della Reggina Calcio con l’azionariato popolare, poco fa un tifoso da Roma, Salvatore, ha scritto a StrettoWeb: “Ho anche io contribuito alla speranza di salvare la NOSTRA Reggina. Sara’ per pazzia, forse sara’ ancora una volta delusione ,sicuramente è rabbia per come siamo combinati. Ma la Reggina e’ la squadra della mia città del mio cuore. Quante volte ho sostato, quando ero piccolo e mio papa’ non mi poteva portare piu’ allo stadio , fuori della gradinata in attesa di un papa’ che mi facesse entrare , quante terrazze ho girato quando non avevo i soldi per entrare , quante volte ho “scavallato” la curva SUD avendo paura di non farcela e poi arrivava la mano amica che mi sollevava verso la cima. Poi si cresce , si inizia a lavorare , si segue la Reggina in altre citta’ , si comincia a prendere botte ed a darle sempre per la mia Reggina E ti domandi chi te lo fa fare? Il sogno sulle gradinate di Torino insieme a 20.000 amici e poi la soddisfazione piu’ grande di portare mio padre (si lui !!) anziano a vedere la vittoria della mia squadra all’olimpico di Roma . Adesso siamo qui tutti trepidanti, stasera a Roma faremo un incontro con un noto attore comico di Reggio per sensibilizzare gli amici reggini-romani….Ora e per sempre …FORZA REGGINA Sappiatelo Voi che state lavorando per il SOGNO”.