Reggina: “una mobilitazione a più livelli per salvare la nostra squadra”

Alessandro Nicolò, presidente del gruppo di Forza Italia alla Regione, auspica l’impegno di tutte le istituzioni per salvare la Reggina Calcio ed il centro sportivo “Sant’Agata” di Reggio Calabria

reggina logo“Non si possono cancellare decine di anni di sano calcio nell’indifferenza del territorio” - afferma il presidente del gruppo di Forza Italia alla Regione Alessandro Nicolò.

“Sarebbe auspicabile che i sindaci dei Comuni della provincia di Reggio Calabria facessero quadrato attorno alla maglia amaranto e soprattutto al centro sportivo di eccellenza ‘Sant’Agata’. Occorrerebbe, infatti - prosegue Alessandro Nicolò - una mobilitazione a più livelli per salvare le sorti della nostra squadra e del centro, laboratorio di giovani talenti sportivi provenienti dalla Calabria e da tutto il Sud Italia, struttura di eccellenza con oltre 60 dipendenti, che si caratterizza per l’alta qualità dell’offerta formativa. L’invito risiede nella speranza che il fallimento della società possa essere scongiurato”.

“Arrivati a questo punto - continua il capogruppo in Consiglio regionale – visto il momento delicato, servirebbe un impegno di tutti, politici, imprenditori, commercianti e tifosi. Basterebbero i contributi di pochi per cambiare il corso degli eventi. La squadra ed il centro di eccellenza sono patrimonio sportivo e storico dell’intera provincia e come tale devono essere trattati. Risulta, pertanto, fondamentale – evidenzia il Presidente del gruppo di Fi – un intervento condiviso da tutti gli attori locali per creare le condizioni necessarie a salvare quanto di buono è stato realizzato negli ultimi decenni e sostenere la causa ‘Reggina Calcio’”.

“Si auspica che tutti i deputati, i senatori, i consiglieri regionali, i sindaci della nostra provincia, oltre ad un proprio impegno diretto, riescano a coinvolgere gli operatori economici e gli imprenditori locali per sostenere tutti insieme il progetto del piano di salvataggio straordinario, con la consapevolezza che con un contributo economico personale si garantirebbe il giusto valore alla storicità della Reggina e si ovvierebbe al declino calcistico del club Amaranto. Il tempo, purtroppo, è tiranno - conclude Alessandro Nicolò – e tutte le azioni devono essere messe in campo entro lunedì. Ogni sforzo è utile ed apprezzato per salvaguardare la gloriosa maglia amaranto”.