Reggina, i tifosi diventano propritari del club: azionariato popolare modello Barcellona, ecco come funziona

Reggina, è partito l’azionariato popolare che consente a tutti i tifosi di diventare proprietari del club: ognuno può versare una cifra diventando titolare di quote azionarie

messina reggina 0-1 30 maggio (4)Il tempo delle chiacchiere è finito. Il Presidente della Reggina Lillo Foti ha rispettato l’impegno di cedere gratuitamente tutte le proprie quote di azionista di maggioranza della Reggina Calcio, glorioso club che attualmente milita in Lega Pro e che adesso ha tempo fino a lunedì 27 luglio per depositare presso gli uffici della Federazione tutta la documentazione utile per l’iscrizione al prossimo campionato. E i protagonisti sono adesso i tifosi, che con l’azionariato popolare lanciato ieri possono diventare proprietari della società.

reggina tifosi spalti (2) Serve un milione e mezzo di euro, di cui 400.000 per la fideiussione e poco più di un milione per risolvere tutte le pendenze arretrate. Per salvare il club si stanno impegnando un gruppo di professionisti e imprenditori reggini che hanno già dato una disponibilità che complessivamente si avvicina moltissimo al milione di euro, poi c’è l’impegno degli ex come Simone Missiroli ma anche Francesco Acerbi, entrambi in A al Sassuolo, oltre ad Daniele Amerini, Emerson Ramos Borges, Rolando Bianchi, Davide Possanzini, Rubens Pasino, Gianluca SavoldiSimon Carello, Maurizio Raggi e tanti altri componenti della “Banda Scala”.

tifosi regginaMa l’aspetto più originale e curioso di quest’operazione, è che i tifosi possono diventare proprietari del club. Chiunque verserà la propria quota, infatti, diventerà socio della società, ovviamente con un numero di azioni proporzionale alla cifra versata. La definizione del nuovo organigramma societario è attesa per il mese di agosto, se tutto andrà bene, dopo l’ufficialità del Consiglio Federale del 4 agosto alla partecipazione alla prossima Lega Pro. Successivamente il nuovo Consiglio di Amministrazione composto dai soci che più si saranno impegnati economicamente, eleggerà il nuovo Presidente e tutto lo staff. Ogni tifoso può contribuire con un bonifico (causale “Salviamo la Reggina“), con un versamento in contanti ed ancora tramite assegno circolare intestato all’Associazione temporanea di scopo “Salviamo la Reggina” presso l’agenzia n.1 del Monte dei Paschi di Siena, Corso Garibaldi 326, 89127 Reggio Calabria.
Queste le coordinate bancarie: Iban IT23V0103016301000002900071 – Bic PASCITM1RC1
E’ bene precisare che è stata individuata una formula di garanzia per cui se non verrà raggiunta la cifra utile per raggiungere lo scopo, i soldi verranno restituiti interamente ad ogni soggetto che avrà dato il proprio contributo.

tifosi Reggina (1)Un’azionariato popolare, quindi, modello-Barcellona: Foti sta concludendo la sua trionfale era alla guida del club (29 anni di grandi successi) nel modo migliore possibile, consegnando la società gratuitamente nelle mani dei tifosi. Se la Reggina ce la farà e la prossima settimana si iscriverà al campionato, la società rimarrà in vita con tutte le sue strutture, i suoi crediti (che non sono pochi) e il suo straordinario patrimonio tecnico e umano. Si penserà immediatamente ad allestire una squadra che difficilmente sarà una corazzata per ambire a chissà cosa, ma che prima di tutto dovrà ritrovare la simbiosi con la piazza, partendo dal trionfale derby vinto a Messina il 30 maggio con la salvezza e relativa retrocessione in D dei rivali di sempre, confrontandosi con una Lega Pro falcidiata da scandali e penalizzazioni.