Previsioni Meteo: da mercoledì l’Italia invasa da una nuova massa d’aria calda

Tutta l’Italia verrà coinvolta dal caldo eccezionale, con picchi di 40 gradi

CALDO1

Fino a martedi’ caldo senza afa eccessiva, mentre da mercoledi’ l’Italia sara’ invasa da una nuova massa d’aria bollente e il tempo restera’ stabile per tutta la settimana. “L’alta pressione e’ tornata a occupare la nostra Penisola su cui insistera’ per diversi giorni, garantendo tempo stabile per tutta la nuova settimana. Soltanto tra la sera di oggi (domenica) e le prime ore di domani (lunedi’)- affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo- e’ attesa una breve fase di temporali sul Nordest lambito da una perturbazione in transito sull’Europa centrale. Il caldo, seppur in leggero aumento, fino a martedi’ non sara’ eccessivamente opprimente e afoso, con i tassi di umidita’ che rimarranno su livelli accettabili. La situazione e’ destinata a peggiorare da mercoledi’, quando l’alta pressione africana puntera’ con piu’ decisione verso l’Italia e i Balcani trascinando con se’ una massa d’aria molto piu’ calda e afosa, capace di originare una nuova ondata di caldo intenso”.

Oggi al mattino prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso su tutte le regioni. Nel pomeriggio un po’ di cumuli in sviluppo nelle aree montuose. Tra il tardo pomeriggio e la sera isolati rovesci o temporali sulle Alpi orientali che, nel corso della notte, potranno coinvolgere localmente le pianure dell’alto Veneto e del Friuli Venezia Giulia. Sempre nella notte, qualche modesto passaggio nuvoloso anche nel resto del Nord. Caldo leggermente al di sopra della norma, ma senza punte particolarmente elevate: massime quasi ovunque tra 30 e 33 gradi con locali picchi di 34-35 gradi. Venti da ovest-nordovest localmente moderati nel Salento, in Sardegna e nel Canale di Sicilia, deboli altrove con brezze lungo le coste.

Lunedì nuvole sparse e variabili al Nordest, meno diffuse ma a tratti presenti anche nel resto del Nord lungo l’Appennino e sul versante adriatico con il rischio di qualche isolato e breve rovescio nel pomeriggio lungo le Prealpi centro-orientali e sull’Appennino centro-settentrionale. Sereno o poco nuvoloso nel resto del Centrosud. Temperature massime in lieve calo al Nordest, pressoche’ stazionarie altrove. Venti fino a moderati di Maestrali in Sardegna e nel Canale di Sicilia, possibili rinforzi di Foehn nelle vallate alpine occidentali.

Da martedì, per il resto della settimana, si conferma la presenza sul Mediterraneo, ancora una volta, dell’Anticiclone Nord-Africano. Anticiclone che garantira’ ovunque tempo stabile, soleggiato e clima sempre piu’ caldo. In particolare, a differenza di quanto accaduto in occasione dell’ultima ondata di calore, le prime regioni ad essere raggiunte dalla bolla di aria africana saranno quelle centromeridionali nella giornata di mercoledi’, mentre da giovedi’ saranno investite anche le regioni settentrionali. Al momento, sembra che questa nuova ondata di caldo possa essere paragonata all’ultima che abbiamo vissuto: a differenza, pero’, di quest’ultima (quando l’estremo Sud resto’ fuori dalla bolla d’aria bollente), tutta l’Italia verra’ coinvolta dal caldo eccezionale, con picchi di 40 gradi.

Fonte MeteoWeb