Presi i tre migranti barricati in una grotta a Lampedusa

Sono stati fermati, dopo alcune ore di inutili e convulse trattative, i tre tunisini che dalle notte scorsa si erano rifugiati in una grotta dopo essere sbarcati con alcuni loro connazionali a Lampedusa

Migranti (10)Sono stati fermati, dopo alcune ore di inutili e convulse trattative, i tre tunisini che dalle notte scorsa si erano rifugiati in una grotta dopo essere sbarcati con alcuni loro connazionali a Lampedusa. A catturarli sono stati i militari della stazione dei carabinieri e della guardia di finanza, con il supporto di alcuni gommoni. Non è stato semplice bloccare i tre fuggitivi che, secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, erano determinati a non arrendersi. Uno di loro ha anche lanciato un masso contro un carabiniere, rimasto lievemente ferito, che è stato trasportato al poliambulatorio. I tre tunisini sono stati trasferiti immediatamente all’interno del Centro di accoglienza di contrada Imbriacola dove si trovavano già gli altri connazionali con i quali avevano compiuto la traversata dalle coste nordafricane. Non vi sarebbero altri migranti sbarcati sull’isola, anche se le forze dell’ordine aveva comunicato inizialmente che erano in corso le ricerche a terra di altri due fuggitivi. La posizione dei tre tunisini protagonisti dell’iniziativa di protesta, per impedire di essere rimpatriati, è al vaglio dell’autorità giudiziaria.