‘Ndrangheta, gioco online, estradizione per 5 arrestati a Malta

I cinque da estradare da Malta, Mario Gennaro, Margherita Giudetti, Francesco Ripepi, Alessandro Ciaffi e Rocco Rippingala, secondo l’accusa, sarebbero gli agganci ed i gestori di una rete di societa’ di gioco online registrate a Malta e riconducibili alla ‘ndrangheta

LaPresse/Adriana Sapone

LaPresse/Adriana Sapone

Non hanno contestato l’arresto, per via del mandato di cattura europeo, ed hanno accettato l’estradizione verso l’Italia, le cinque persone, tutte calabresi, arrestate a Malta, su richiesta della Dda di Reggio Calabria, nell’ambito dell’operazione “Gambling”. I cinque, Mario Gennaro, Margherita Giudetti, Francesco Ripepi, Alessandro Ciaffi e Rocco Rippingala, secondo l’accusa, sarebbero gli agganci ed i gestori di una rete di societa’ di gioco online registrate a Malta e riconducibili alla ‘ndrangheta. Gli arrestati sono stati trasferiti nel carcere di Corradino, dove resteranno sotto custodia cautelare per dieci giorni per essere poi estradati in Italia.