Milazzo, sale su una gru e minaccia di farla finita: disoccupato protesta contro il bando dell’Autorità Portuale

Protagonista della vicenda un ex lavoratore della coop Garibaldi rimasto senza lavoro e senza ammortizzatori

porto milazzoE’ salito su una gru e ha minacciato di farla finita: nella giornata di ieri M.V., lavoratore dell’ex cooperativa Garibaldi, ha manifestato la sua esasperazione con un gesto estremo, nel tentativo di denunziare l’Autorità portuale e la condizione di assoluta precarietà imposta ai 26 operai che, insieme a lui, condividono al momento il dramma della disoccupazione senza ammortizzatori sociali.

Soltanto 9 lavoratori, fra questi, potranno infatti essere assunti secondo quanto sancito nel nuovo bando, bando conforme alle linee guida prescritte dal Ministero.

Sul posto si sono precipitati immediatamente gli agenti delle forze dell’ordine ed i vigili urbani, che hanno dissuaso l’uomo da compiere gesti insani. Si è resa necessaria, però, la promessa di un confronto in Comune, alla presenza del sindaco Giovanni Formica, con all’ordine del giorno il reimpiego delle maestranze. Incontro che si è puntualmente svolto poco dopo, coinvolgendo esponenti del mondo sindacale e uomini della Capitaneria di Porto: essi hanno concordato di sollecitare il Dicastero per capire se esistono ulteriori margini di agibilità.