Milazzo, revocato il dissesto: il Tar annulla i provvedimenti

La clamorosa sentenza rimette in discussione l’equilibrio politico del Comune di Milazzo negli ultimi anni. Nel mirino del Tribunale Amministrativo di Catania l’ultimatum del Prefetto al Consiglio

Comune di MilazzoL’abilità legale di Marcello Scurria è nota, soprattutto negli ambienti politici. L’ultimo successo dell’avvocato messinese è stato strappato innanzi al Tar di Catania, che ha annullato clamorosamente il dissesto del Comune di Milazzo.

Agendo su mandato degli ex consiglieri Rosario Pergolizzi, Antonino Francesco Cusumano, Franco Scicolone, Antonio Capone, Rosaria De Luca, Santo Napoli, Roberto Mellina, Damiano Maisano, Giuseppe Doddo, Orazio Saraò, il legale ha contestato – con buone ragioni – la validità del provvedimento con cui il Prefetto di Messina, nel dicembre 2012, lasciava al consesso civico venti giorni di tempo per deliberare il dissesto.

Secondo i ricorrenti non ci fu il tempo materiale di analizzare i faldoni contabili poiché venne nominato un commissario ad acta, Margherita Catalano, che agì in loro vece. Dopo innumerevoli ricorsi il Tribunale Amministrativo ha riconosciuto le ragioni degli ex consiglieri, cancellando con un colpo di penna il dissesto ed i provvedimenti seguenti.