Milazzo, sette morti sospette alla raffineria: concluse le indagini

Venti persone che hanno lavorato a livello dirigenziale nel sito hanno ricevuto stamane la comunicazione

giustiziaStamane la Procura di Barcellona ha notificato gli avvisi di conclusione delle indagini per omicidio colposo nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di 7 operai all’interno della Raffineria di Milazzo. Il provvedimento, in particolare, colpirebbe amministratori e direttori del sito susseguitisi dall’80 al 2010, rei – secondo l’accusa – di non aver vagliato attentamente le misure di sicurezza.

A farne le spese sarebbero stati Salvatore Currò (morto nel 2007), Salvatore Saporita (deceduto 2006), Francesco Di Maio (2006),Salvatore Scolaro (2012), Giuseppe Pollicino (2008), Nunziato Sottile (2013) ed Aldo Colosi (2010). Per la morte di queste persone è stata contestata, agli indagati, la negligenza, l’imperizia e l’imprudenza.