Messina, resistenza e lesioni contro un carabiniere: un arresto in provincia

A finire in manette Maurizio Foti. Fermato dalle forze dell’ordine a Roccalumera, questi ha reagito alle contestazioni aggredendo gli agenti e minacciandoli

FOTI MaurizioNel primo pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Roccalumera hanno tratto in arresto in flagranza di reato per  resistenza, minaccia e lesioni a Pubblico Ufficiale Maurizio Foti, nato a Barcellona Pozzo di Gotto ,classe 1976,già noto alle Forze dell’Ordine.

In particolare, l’uomo è stato fermato a bordo di un ciclomotore ieri verso le ore 14.30, durante un controllo alla circolazione stradale nel Comune di Roccalumera (ME).

Nel corso del controllo i Carabinieri accertavano che il motociclo era privo di assicurazione obbligatoria, presentava il telaio palesemente contraffatto e la targa non era corrispondente al ciclomotore stesso, per cui contestavano le suddette infrazioni al conducente informandolo, tra l’altro, che avrebbero proceduto al sequestro amministrativo del mezzo. Nella circostanza il Foti si rivolgeva nei confronti dei verbalizzanti con frasi minacciose. I Carabinieri rimanevano impassibili e proseguivano nella verbalizzazione, il 39enne a questo punto afferrava il polso di uno dei militari per impedirgli di proseguire la redazione dei verbali. Ne scaturiva una violenta colluttazione al termine della quale il Foti veniva tratto in arresto.

Al termine delle formalità di rito, su disposizione del A.G., il prevenuto è stato tradotto presso il proprio domicilio. Nella giornata odierna, sottoposto a rito direttissimo, l’AG. dopo aver convalidato l’arresto ne disponeva l’immediata liberazione.