Messina, quanta sporcizia a Bordonaro. Non bastano sette segnalazioni per attivare l’Amministrazione

La lettera infuriata di un consigliere ai vertici del Comune e di MessinAmbiente

ciacci ialacquaE’ mai possibile che sei segnalazioni fatte da un Consigliere Comunale e un sopralluogo dell’Assessore preposto debbano rimanere inevase e soprattutto prive di una adeguata risposta?”. E’ questa la domanda che Claudio Cardile, eletto nella lista Felice per Messina, pone ai vertici dell’Amministrazione e di MessinAmbiente in merito alla situazione insostenibile registrata a Bordonaro. Dal 18 maggio l’esponente consiliare continua ad inviare segnalazioni ed interrogazioni sul degrado e sulla sporcizia imperanti, ma di là dalla crescente rabbia della cittadinanza non si registrano iniziative di sorta. E così Bordonaro, da due mesi a questa parte, si risveglia ogni mattina più sporca: basti pensare che Viale Bertuccio non viene spazzato da 8 mesi, per non parlare del quartiere Case Gialle, di Villaggio Aldisio e della Via Bartolomeo Ferraro. “Per non farsi mancare nulla – conclude Cardile chiedendo spiegazioni – si fa presente che da circa due mesi i cassonetti non svuotati con regolarità hanno creato delle vere e proprie discariche a cielo aperto sparse per il villaggio che generano un lezzo maleodorante al limite della tollerabilità sanitaria”.