Messina: partecipazione e condivisione, va in scena la “Settima giornata del Rispetto” [FOTO]

Nella giornata di oggi, presso Villa Dante, si è tenuta un’iniziativa pro giovani, caratterizzata da momenti di gioco e di interesse sociale

11206944_10207530253521404_1185626261360457011_nOggi, Mercoledì 15 luglio, dalle ore 9 alle ore 13, a Villa Dante, si è svolta la “Settima giornata del Rispetto”, organizzata dall’Osservatorio sui temi e i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza “Lucia Natoli” e il Cesv, Centro Servizi per il volontariato di Messina, con l’adesione del Comune.

All’iniziativa hanno preso parte otto Centri d’aggregazione giovanile (Cag), e precisamente quelli di Camaro, Santa Lucia sopra Contesse, Cep, Bordonaro, Gravitelli, Villaggio Aldisio, Giostra e Ponte Schiavo.

Le tre parole chiave dell’evento sono state Partecipazione, Multiculturalità e Condivisione. Temi di grande valore e importanza al giorno d’oggi, spesso ignorati o tralasciati. Queste associazioni, invece, basano su questi temi tutto il loro operato.

L’evento, iniziato effettivamente intorno alle 10, viene inaugurato con un discorso in cui si invitavano i presenti a riflettere sulla condizione della nostra società. Dopo aver ricordato il medico Attilio Manca, trovato senza vita il 12 Febbraio 2004 a Viterbo, il discorso è virato sui motivi dell’evento. “Siamo qui non solo per divertirci, ma anche per capire che uno spazio come quello in cui ci troviamo adesso è un patrimonio della città e dei cittadini”, esordisce così uno degli organizzatori, invitando i presenti a riflettere sull’importanza delle tre parole chiave.

Alla fine del discorso i vari “Cag” si sono spostati in diverse zone della Villa, cominciando ad organizzare giochi di gruppo per i ragazzi. L’età di questi oscillava tra i 7-8 anni e i 14-15.
Come si può osservare dalle foto, tra i giochi che hanno riscosso maggior successo vi sono il “Dodgeball”, il tiro alla fune e il classico ruba-bandiera.
Tra un gioco e l’altro i bambini, il cui comportamento è stato pressochè impeccabile, si riposavano all’ombra degli alberi, rifocillandosi con acqua fresca e gustosi gelati.

La mattinata, tra risate e spensieratezza, è trascorsa in un baleno.
Se proprio vogliamo trovare una nota dolente, questa può essere identificata nelle condizioni non proprio appropriate della Villa. Sacchi della spazzatura abbandonati, tronchi di alberi lasciati sulle scale in prossimità del campetto, cattivo odore e poca pulizia in generale hanno provocato il condivisibile malcontento di alcuni accompagnatori.

La giornata si è così conclusa alle ore 13, con i ragazzi quasi esausti, ma sostanzialmente felici.