Messina, operazione Camelot: prosciolta Bernardette Grasso

La parlamentare di Forza Italia esulta: “giustizia è fatta”. Oltre Grasso, sono stati prosciolti Mancuso, Contiguglia, Amantea e Meli Bertoloni. Rinviati a giudizio altri 17 soggetti

bernardettegrassoBernardette Grasso può tirare un sospiro di sollievo: il proscioglimento ottenuto nell’ambito dell’inchiesta ribattezzata Operazione Camelot è la lieta novella che la parlamentare di Forza Italia aspettava. Assieme a lei possono esultare Bruno Mancuso, Giuseppe Contiguglia, Giovanni Amantea e Maria Grazia Meli Bertoloni, cui nessuno addebito è stato riconosciuto. Diverso il trattamento usato dal Gup nei confronti degli altri protagonisti della vicenda, quei 17 imputati rinviati a giudizio che dovranno rispondere, a vario titolo, di turbata libertà degli incanti, abuso d’ufficio e falso in atto pubblico. Grasso, venuta a conoscenza del suo proscioglimento, si è lasciata andare alla soddisfazione: “ho sempre avuto fiducia nella Giustizia poiché gli  atti da me posti in essere  son sempre stati adottati in conformità alla legge e dettati dal pubblico interesse che nel mio ruolo di Sindaco ho sempre perseguito