Messina, oneri concessori: incassi aumentati del 170%

L’assessore De Cola esulta per i dati del secondo trimestre 2015

sergio de colaI numeri sono così positivi da potere indurre ad un esagerato ottimismo ma bisogna restare con i piedi per terra e continuare a lavorare“. E’ quanto commentato dall’assessore ai lavori pubblici, Sergio De Cola, in merito al report trimestrale relativo agli incassi derivanti dagli oneri concessori. “Fa piacere verificare – aggiunge De Cola – che le azioni intraprese hanno un risvolto concreto e ci confermano la fiducia nelle attività intraprese. Il report relativo al secondo trimestre 2015 segna  rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente un incremento di quasi il 170 per cento,  passando da 262.000 a 704.000 euro di incassi. Relativamente al primo semestre l’incremento tra il 2014 e il 2015 è pari al 75%. Questi dati – evidenzia l’assessore ai lavori pubblici – confermano con ampio margine la previsione di bilancio fatta per il 2015. E’ evidente come  il settore edilizia privata abbia risposto bene alle delibere sugli oneri concessori sia perché hanno consentito l’avvio di interventi fermi da tempo, sia perché si è favorita anche una sorta di emersione da lavori che prima venivano effettuati senza essere dichiarati, anche  per risparmiare su oneri ritenuti eccessivi. Credo che questo dato – continua De Cola – vada incrociato con l’impegno per il contenimento degli abusi, azione questa che sta iniziando a dare i suoi frutti. Il dato degli incassi è ancora più positivo se si considera che gli introiti relativi ai condoni edilizi, fanno parte di un separato rapporto per cui cominciano ad intravedersi segnali positivi. Su questo punto – ricorda De Cola – l’Amministrazione poco dopo il suo insediamento ha avviato un progetto ambizioso, che punta a chiudere il problema delle domande di sanatoria (alcune migliaia pendenti da tanti anni) entro la scadenza del  mandato, prevedendo un incasso per il nostro Comune di circa 2,5 mln di euro complessivi. Il percorso è ancora lungo e complesso – conclude l’assessore – ma la strada sembra essere corretta, con il contributo e l’impegno di tutti torneremo ad essere una città normale“.