Messina, la nuova Amam non convince le Circoscrizioni: il Sindaco ci ha ignorato

I presidenti dei quartieri di Messina attaccano l’Amministrazione sulla futura Multiservizi e rilevano l’assenza di dibattito in merito alle funzioni concesse all’Amam

rifiuti messina (12)Il battesimo della nuova Amam lascia più confusi che persuasi: le incognite sul ruolo della nascente Multiservizi, sul piano per la gestione dell’emergenza rifiuti, sull’organizzazione aziendale per garantire efficienza restano irrisolte sul tappeto. Proprio per ovviare queste perplessità, i presidenti delle Circoscrizioni hanno nuovamente levato la propria voce contro l’Amministrazione comunale, rea di non aver discusso un tema così importante coi rappresentanti dei quartieri, a dispetto delle promesse rilasciate a mezzo stampa diversi mesi fa. Lo Statuto comunale, sottolineano in tal senso le massime cariche circoscrizionali, prescrive l’obbligo di interfacciarsi con i consigli di quartiere ove si tratti di gestione dei servizi cittadini. Un vincolo che la Giunta ha deciso di bypassare, imponendo l’ennesimo tour de force. Il tutto mentre i sacchetti dell’immondizia assumono, in centro come nei villaggi, dimensioni piramidali, con tutto ciò che ne consegue in tema di igiene cittadina e cura degli spazi pubblici.