Messina, giù le mani dalla Corte d’Appello: 3 consiglieri sollecitano Palazzo Zanca

Il ventilato accorpamento con Catania ha spaventato Russo, Adamo e Trischitta

giustiziaDopo la Banca d’Italia e la Camera di Commercio, adesso il termine “scippo” viene brandito contro la messa in discussione della Corte d’Appello di Messina, dopo la paventata sopressione ministeriale che farebbe seguito ad una necessità di spending review  in vista dell’accorpamento con Catania. In tal senso Piero Adamo, Antonella Russo e Giuseppe Trischitta hanno denunciato i rischi di una simile impostazione, rivolgendosi al presidente del consesso civico affinché sia convocato un Consiglio aperto alla presenza di Sindaco, Anm e Ordine degli Avvocati.