Messina, lotta al degrado: palazzine eco-compatibili nel quartiere di Maregrosso

Sei appartamenti sorgeranno nell’ambito di un progetto dedicato all’housing sociale

housing sociale maregrossoTentare di restituire decoro alla città vuol dire far rinascere le zone degradate: con questo fine la Fondazione di Comunità onlus ha annunciato che nel prossimo autunno costruirà, in quel di Maregrosso, sei case modernissime e a basso impatto ambientale, destinate a 14 persone in condizioni di emergenza abitativa e socialmente in difficoltà.

L’iniziativa, finanziata dalla Fondazione con il Sud, da Cariplo e – per l’appunto – dalla FDC messinese vede il partenariato anche di Comune, Asp e IACP. L’idea è quella di realizzare tali abitazioni utilizzando le più avanzate tecnologie di risparmio energetico, con materiali costruttivi ad alta inerzia termica. In tal senso un altro elemento simbolico non può essere trascurato in questa impresa: le mura delle palazzine, infatti, saranno erette grazie a legno e paglia pressata raccolti nei terreni confiscati alla mafia, offerti dall’associazione Libera di San Giuseppe Jato. Le acque grigie limitrofe saranno depurate per l’irrigazione del giardino. Il tutto, insomma, all’insegna della sostenibilità: prova ne sia il rinvio del giudizio in termini di eco-compatibilità al prestigioso Massachusetts Institute of Tecnhnology.