Messina, ancora liquami nel mare di San Saba

Il consigliere circoscrizionale di Messina, Mario Biancuzzo, denuncia eventuali sabotaggi ai danni del depuratore locale e chiede un intervento tempestivo all’Amam per restituire decoro al litorale di San Saba

foto tratta dai social network

foto tratta dai social network

Liquidi ammorbanti inondano il mare di San Saba. La denuncia viene ancora una volta dal solerte consigliere circoscrizionale Mario Biancuzzo, il quale chiede interventi seri e tempestivi all’Amam puntando l’indice contro eventuali sabotaggi del depuratore locale. “Chiedo al direttore generale dell’azienda, ing. La Rosa, di voler intervenire immediatamente per controllare se le pompe di sollevamento al depuratore sono staccate, se i pozzetti in contrada Mella sono pieni di detriti e sabbia e quindi i liquidi non arrivano al depuratore oppure se esiste qualche tubo rotto“. Per Biancuzzo la situazione è ormai intollerabile: “Non è ammissibile che i liquami si disperdano sulla spiaggia” è la sua chiosa conclusiva.