Messina, lavori alle banchine del porto: sei tecnici indagati

Nel mirino l’opera di ampliamento dei moli e l’uso di cemento impoverito

porto crociera messina Un appalto di 15 milioni di euro, destinato a realizzare l’allineamento dei moli Vespri e Colapesce, sarebbe finito al centro di un’inchiesta giudiziaria partita dalla Procura di Messina. A innescare il procedimento sarebbe stata una denuncia concernente l’utilizzo di cemento impoverito per la realizzazione dei lavori. Nel registro degli indagati figurerebbero così sei tecnici cui era stata affidata la realizzazione dell’opera in questione. Fabio Arena, Francesco Bosurgi, Danilo La Piana, Daniele Naty, Vincenzo Silvestro e Antonio Giannetto sarebbero accusati, a vario titolo, di truffa e frode in pubbliche forniture.